Excite

21 ottobre 2011, giorno dell'Apocalisse. Parola di Harold Camping

  • LaPresse

Secondo la profezia dei Maya il mondo dovrebbe finire il 21 dicembre del 2012, ma adesso si parla di un'altra data per l'Apocalisse. Un giorno assai più vicino. Il 21 ottobre 2011. Venerdì prossimo. A predire l'imminente fine del mondo, Harold Camping, 90enne presidente di Family Stations, un gruppo di tv e radio a carattere religioso della California, noto per le sue previsioni (fortunatamente) sbagliate e che si è aggiudicato un Ig-Nobel, ovvero il premio ignobile per le ricerche più assurde. Camping pochi mesi fa è stato colpito da un ictus, ma la malattia non lo ha fermato ed eccolo, ora, a fare le sue previsioni. Catastrofiche.

Il predicatore sostiene che venerdì 21 ottobre 2011 sarà il giorno dell'Apocalisse e per avvalorare la sua, nefasta, profezia, Camping parla di una serie di numeri che intercorrerebbero tra la morte di Gesù e l'Apocalisse. Il predicatore studia la Bibbia da circa 70 anni e a quanto pare proprio su questi studi si baserebbero i suoi calcoli. Ma cosa sarà a causare la fine del mondo? Secondo il 90enne un terremoto di proporzioni inaudite.

In passato le sue previsioni si sono sempre dimostrate fallaci. In precedenza per la fine del mondo aveva parlato del 6 settembre 1994 e, più di recente, del 21 maggio 2011. Ma siamo ancora tutti qui. Adesso però Camping sostiene che è tutto vero e che: 'The world will end'. Il solito ciarlatano, si pensa. Ma un dettaglio di tutta questa storia lascia spazio ad una lieve perplessità. Mentre le precedenti previsioni erano state accompagnate da una sorta di fragoroso battage pubblicitario, questa volta è tutto passato in sordina. Fatto che in qualche modo potrebbe suscitare una certa preoccupazione. Ma è doveroso sottolineare che Camping si è già candidato per gli Ig-Nobel 2012. E questo lascia, in ogni caso, ben sperare.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017