Excite

Addio alla coreografa tedesca Pina Bausch

Si è spenta a 69 anni la "madre" del teatrodanza europeo, la coreagrafa tedesca Pina Bausch. Appena cinque giorni fa le era stato diagnasticato un tumore che le è stato fatale. La notizia è stata data dal teatro danza di Wuppertal. Dal 2006 la Bausch era direttore onorario dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma. Nel giugno del 2007 alla coreografa tedesca era stato assegnato il Leone d'Oro alla Carriera.

La Bausch è andata in scena per l'ultima volta solo qualche giorno fa. La portavoce della compagnia Tanztheater di Wuppertal, Ursula Popp, ha detto: "Domenica scorsa era ancora in scena con la sua compagnia, all'opera di Wuppertal".

Nata nel 1940 a Solingen, in Germania, la coreografa tedesca ha iniziato la sua carriera negli anni Cinquanta a New York dove, grazie ad una borsa di studio, si è iscritta alla Juillard School of Music. L'artista ha poi lavorato con il New American Ballet e con il Metropolitan Opera.

Nel 1962 la Bausch è tornata in Germania e nel 1968 ha iniziato a comporre le prime coreografie per il corpo di ballo della sua prima scuola, la Folkwang Hochschule. Nel 1973 la coreografa è stata chiamata a Wuppertal. L'artista nel 1982 ha partecipato anche al film di Federico Fellini "E la nave va", nei panni di una principessa non vedente.

Come si legge sul quotidiano La Repubblica, al Festival di Spoleto, dal 4 al 6 luglio, sarà possibile vedere in anteprima mondiale la sua ultima creazione, Bamboo Blues, ispirato a un viaggio in India. Il direttore artistico del Festival, Giorgio Ferrara, ha spiegato: "Pina Bausch era la coreografa di questo spettacolo che andrà regolarmente in scena purtroppo senza la sua presenza ai ringraziamenti e in sala, ma sarà un omaggio a lei come se fosse viva. Credo sia quello che lei si aspetterebbe".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016