Excite

Aereo Malaysia scomparso, Luigi Maraldi è vivo e ha telefonato: non era a bordo, parla il padre

  • Getty Images

L'italiano di cesenate, Luigi Maraldi, non era a bordo dell'aereo partito da Kuala Lumpur e diretto a Pechino scomparso dai radar nella notte: tirano un sospiro di sollievo i genitori del 37enne che risultava tra i passeggeri del volo Malaysian Airlines MH 370 sparito tra il Golfo di Thailandia e il Mar cinese meridionale. L'uomo ha telefonato ai genitori rassicurandoli di star bene e di non aver preso quel volo: Maraldi si trova infatti in Thailandia, come ha confermato anche l'Unità di crisi della Farnesina che è riuscita a contattarlo.

"Mi ha chiamato stamattina, prima ancora che in Italia arrivasse la notizia. Quindi sapevo già tutto e non mi sono preoccupato - ha dichiarato Walter Maraldi, padre di Luigi, al Corriere della Sera - Gli avevano rubato il passaporto, ci sono tutte le denunce, è tutto a posto" ha rassicurato l'uomo.

Proprio a causa di quei documenti rubati Luigi Maraldi era inizialmente dato tra i passeggeri del Boeing 777-200 della Malaysia Airlines, sparito dai radar mentre sorvolava il mare a sud del Vietnam, con 239 persone a bordo: del velivolo si sono perse le tracce sei ore dopo la partenza da Kuala Lumpur alla volta di Pechino. Nessun messaggio di allarme nè richieste di aiuto sono state lanciate prima di perdere il contatto con la torre di controllo. Il nome di luigi Maraldi risultava nell'elenco della lista dei passeggeri, pubblicata dal sito della tv cinese CCTV.

Classificato dalle autorità come "mancante", l'aereo MH370 partito 41 minuti dopo la mezzanotte sarebbe precipitato in mare dopo sei ore di volo, un minuto prima di entrare nello spazio aereo nazionale vietnamita, a 300 km dall'isola di Tho Chu. Le autorità di Vietnam, Cina e Malaysia hanno organizzato una missione di soccorso per rintracciare il relitto, di cui non si conosgne il segnale.

A bordo si contano soprattutto cinesi (153), 38 malesi, 12 indonesiani e anche passeggeri di altra nazionalità (australiani, europei e americani). La compagnia aerea, rispondendo alle numerose critiche giunte per la comunicazione della scomparsa arrivata solo quando l'aereo era già atteso a Pechino, ha fatto sapere che il pilota era più che eesperto, con oltre 18mila ore di volo alle spalle. Prima d'ora la Malaysia Airlines ha goguto di ottima reputazione, col peggiore incidente della sua storia risalente al 1977, quando morirono 100 persone.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017