Excite

Aereo scomparso Malaysia Airlines, il premier: "Precipitato, tutti morti". Parenti informati con un sms

  • Twitter

di Simone Rausi

A schiantarsi oggi sono anche le ultime speranze che i familiari dei passeggeri del Boeing 777 della Malaysia Airlines, scomparso lo scorso 8 Marzo, riponevano. L'aereo si è schiantato al largo dell'oceano Indiano e i 239 passeggeri sono tutti morti. A dichiararlo è Mohn Naijib Tun Razak, primo ministro malese.

Il virus su Facebook con il volo sparito della Malaysia Airlines

Il premier avrebbe reso noti quest oggi i nuovi dati della divisione investigativa britannica specializzata in disastri aerei. Sarebbero stati analizzati con maggior cura i cosidetti corridoi, le rotte dell'aereo. Razak ha affermato in conferenza stampa: "L'ultima posizione" dell'aereo è stata individuata nel mezzo dell'Oceano Indiano, a ovest di Perth. Si tratta di un luogo remoto, lontano da qualsiasi possibilità di atterraggio. È quindi con profonda tristezza e rammarico che devo informarvi che secondo questi nuovi dati il volo MH370 è finito nel sud dell'Oceano Indiano".

I parenti delle vittime sono stati avvertiti con un sms dalla compagnia aerea. Poche righe di testo in cui si informava che "dobbiamo ritenere al di là di ogni ragionevole dubbio che l'MH370 è andato perduto e nessuno di coloro che si trovavano a bordo sia sopravvissuto. Dobbiamo accettare il fatto che tutte le prove indicano che l'aereo è precipitato nell'Oceano Indiano Meridionale". Il premier malese, prima della conferenza stampa, ha voluto incontrare privatamente le famiglie delle vittime.

Negli ultimi giorni si erano susseguiti vari indizi che potevano far pensare alla caduta in mare come alcuni rottami galleggianti. La prova ultima e insindacabile sarebbe il ritrovamento della carcassa ma secondo l'autorità di sicurezza dell'aviazione nazionale di Parigi che si sta occupando delle indagini, inviare un sottomarino per scandagliare i fondali sarebbe prematuro. L'area d'oceano da valutare sarebbe infatti troppo vasta.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017