Excite

Africa: la 'cura della vergine' per guarire dall'Aids, una terribile leggenda

"Una vergine per guarire dall'Aids e dalle malattie sessualmente trasmesse", questa la falsa credenza diffusa tra la popolazione africana che spezza la vita di numerose bambine. In Africa numerosi guaritori dicono agli uomini infetti di fare sesso con delle vergini, l'assurda convinzione è che il sangue 'puro' possa eliminare il virus dell'Hiv.

Nello Zimbabwe, dove il 25 per cento della popolazione è affetta dall'Aids, questa credenza porta a conseguenze terribili. Neonate e bambine vengono stuprate da uomini convinti di poter combattere il virus dell'Hiv con la 'cura della vergine'. A raccogliere le testimoninaze delle piccole segnate da queste violenze le Ong presenti nel Paese.

Una di queste organizzazioni - Girl Child Network Project - ha lanciato tempo fa una vera e propria campagna di sensibilizzazione in diversi villaggi sperduti dello Zimbabwe e ha organizzato degli incontri durante i quali alcune bambine violate hanno raccontato le loro terribili storie ai guaritori presenti. Una bimba di otto anni, rimasta orfana, ha detto di essere stata stuprata a due anni dal padre. Un'altra ragazzina di appena 14 anni ha raccontato di essere stata violentata dallo zio, di essere rimasta incinta e di aver poi abortito.

Nel video "Tapestries of Hope", diretto da Michealene Cristini Risley e prodotto da Anand Chandrasekaran e Ray Arthur Wang, sono raccontati gli sforzi di Betty Makoni, fondatrice della Girl Child Network Project, per combattere il falso mito diffuso nello Zimbabwe.

Guarda il video



La 'cura della vergine' ha origine nell'Europa del XVI secolo e nell'Inghilterra vittoriana dove si credeva che lo stupro di una vergine potesse guarire malattie come la sifilide e la gonorrea. Il falso mito è arrivato in Sudafrica dopo la Seconda guerra mondiale quando scoppiò un'epidemia di sifilide tra le truppe in partenza dal Paese. Fu proprio in quel momento che, per cercare di fronteggiare il diffondersi della malattia, si fece uso della 'cura della vergine'. Oggi è cambiata la malattia, dalla sifilide si è passati all'Aids, ma il falso mito non si è spento e la cura è rimasta la stessa.

Molteplici sono i tentativi per distruggere questa orrenda leggenda, in Zimbabwe vengono distribuiti magliette con su scritto: 'Le vergini non curano l'Aids. È un mito', ma la strada sembra ancora molto lunga. Istruire la popolazione e far conoscere a tutto il mondo questa tremenda realtà è un piccolo ma significativo passo in avanti per combattere questa terribile credenza.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016