Excite

Aggressione metro Roma, l'infermiera esce dal coma

L'aggressione, ricordiamo, si è consumata venerdi pomeriggio a Roma. Ennesimo episodio di violenza accaduto questa volta alla stazione della metropolitana Agnanina.

Protagonista una 32enne rumena, infermiera, in fila per fare il biglietto. Un diverbio con un giovane di vent'anni per una questione di precedenza, una lite verbale tra i due e lui che sferra un pugno verso la donna facendola cadere a terra. Un impatto talmente forte a tal punto che la vittima rimane per lunghi minuti a terra, tra i passanti indifferenti. Poi l'arrivo dell'ambulanza e dei Carabinieri che, ascoltati i testimoni, hanno arrestato il ragazzo.

Guarda il video shock della donna picchiata alla metro

Guarda le immagini della donna rumena

La donna, soccorsa e trasportata d'urgenza presso il policlinico Casilino, è stata operata per le gravissime lesioni riportate al cranio. Le sue condizioni sono migliorate ma la prognosi rimane riservata. 'Respira spontaneamente - ha spiegato il primario di Rianimazione del policlinico, Giorgio D'Este - ma è ancora in stato confusionale e registriamo una perdita di forza nella parte destra del corpo'. Sposata e con un figlio piccolo, l'infermiera abita in zona Torre Angela e lavora presso la clinica fisiatrica Villa Fulvia, su via Appia. Una ragazza tranquilla per i colleghi. Ma soprattutto una ragazza sfortunata.

Alessio Burtone, autore dell'aggressione già denunciato in passato per lesioni, si trova ora ai domiciliari. Lì riesce a pronunciare solo poche parole: 'Sono costernato, chiedo umilmente scusa'. Mentre la madre racconta: 'Sta malissimo, tutti noi stiamo male, preghiamo tutti i giorni perché quella donna possa riprendere la sua vita. Mio figlio non è un pregiudicato, è stato denunciato tempo fa per una lite con un coetaneo, ma la denuncia è stata ritirata'.

Anche il legale Fabrizio Gallo fa sapere: 'Alessio è un bravo ragazzo, non ha precedenti, non è un violento, e non si era reso conto di ciò che aveva fatto. Non era assolutamente sotto l'effetto di droghe, ha solo avuto paura. Nel video si vede chiaramente che era la donna a inseguirlo, mi ha detto che lei gli avrebbe rivolto parole offensive e lo avrebbe provocato dicendogli 'Te la faccio pagare' e 'Ti faccio cadere quando arriva la metro'. A quel punto l'ha colpita'.

Indignato il sindaco Gianni Alemanno in trasferta istituzionale in Cina - 'Denuncerò chi non ha soccorso. Non è accettabile che in una città come Roma avvengano cose del genere e, tanto più, non è possibile che ci sia una tale indifferenza' - mentre per il Pd locale 'la violenza è dilagante: la città è incattivita, Roma sta cadendo in un pozzo senza fondo'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017