Excite

Agguato mafia Taranto, morto un bambino di 4 anni

  • Leggo

L’obiettivo principale era uccidere l’uomo al volante, ma in questo caso i killer non hanno avuto pietà nel far esplodere una raffica di colpi contro tutta la famiglia presente all'interno dell'auto in corsa sulla Taranto-Reggio Calabria.

Bimbo di 3 anni e due adulti carbonizzati in auto: strage a Cassano allo Ionio

Crivellati dai proiettili esplosi da distanza ravvicinata, sono morti quasi all’istante il 43enne Cosimo Orlando, la moglie Carla Maria Fornari di 30 anni ed il più piccolo dei figli che viaggiavano con loro, di appena 4 anni, mentre si sono salvati senza riportare ferite gli altri due bambini (di sei e sette anni) seduti in macchina.

Inutile si è rivelato il pur rapido intervento sul posto, allo svincolo autostradale della SS 106 jonica, degli operatori del 118, giunti quando ormai le 3 vittime erano state freddate morendo in pochi secondi dopo l’agguato dei sicari. Piuttosto certa risulta la dinamica dei fatti, ricostruita dalle forze dell’ordine sulla base degli elementi acquisiti in queste ore.

L’omicidio è avvenuto all’ora di cena, verso le 21:30 e con una dinamica classica da delitto di mafia: la vettura guidata da Orlando è stata affiancata dall’ automobile degli assassini, i quali hanno agito incuranti della presenza degli altri familiari a bordo, compiendo la loro azione criminale con estrema freddezza per poi fuggire ad alta velocità lungo la strada statale Taranto-Reggio Calabria.

Nessuna traccia significativa, a dimostrazione della “professionalità” del commando incaricato dell’esecuzione, è stata lasciata nel luogo della sparatoria, anche se fuori discussione appare la natura mafiosa dell’episodio. Entrambi i coniugi uccisi nell’agguato avevano precedenti penali ed usufruivano da tempo del regime di semilibertà seguente ad una condanna per vari reati. Le indagini saranno a tappeto, così come i controlli sulle zone vicine al tratto stradale dove si è verificata la strage familiare, partendo dalla zona di Palagiano ma senza tralasciare altri luoghi potenzialmente interessati dal passaggio dei killer in fuga.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017