Excite

Alberto Stasi condannato a 16 anni in appello bis per l'omicidio di Chiara Poggi

Alberto Stasi condannato a 16 anni di reclusione per l'omicidio di Chiara Poggi. Lo ha stabilità nel tardo pomeriggio la Corte d'Assise d'Appello di Milano, nel processo d'appello bis sul delitto avvenuto a Garlasco (Pavia) il 13 agosto del 2007, per cui l'imputato era stato una prima volta assolto proprio cinque anni fa esatti, nel dicembre del 2009.

Alberto Stasi assolto

Se fino a quella assoluzione la vita dell'ex fidanzato della giovane vittima era stata complicata ma gestibile (tanto che il ragazzo riuscì pure a laurearsi), è stato il dopo a creare la strada della condanna arrivata oggi. Dopo nuove indagini, nell'aprile 2013 ecco infatti la decisione della Cassazione di accogliere la richiesta del Pg Roberto Aniello e annullare così la sentenza d'assoluzione, stabilendo un processo d'appello-bis da celebrarsi però davanti a un'altra sezione della Corte d'assise d'appello di Milano. A seguito della lettura del dispositivo, l'avvocato difensore parlò di uno Stasi "dispiaciuto e incredulo".

Guarda la reazione della famiglia Poggi dopo la sentenza

Alberto Stasi, chiesti 30 anni per l’omicidio di Chiara Poggi

Quindi, a fine novembre, la richiesta definitiva da parte della Procura generale: 30 anni di carcere per l'ex studente della Bocconi, accusato non solo di aver commesso un omicidio con l'aggravante della "crudeltà", ma, come disse il sostituto procuratore Laura Barbarini, colpevole anche perché "mentì e ostacolò indagini". Oggi i giudici sembrano aver dato loro ragione, almeno in parte, stabilendo che ad uccidere Chiara Poggi è stato Alberto Stasi: "Siamo soddisfatti, non abbiamo mai mollato", sono le parole di Rita Poggi, madre della vittima, riportate dall'Ansa.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017