Excite

Alex, il cane eroe de L'Aquila morto suicida

  • YouTube

Un volo di 15 metri e Alex non c'è più. Il cane-eroe in forza all'unità Cinofila dei pompieri di Busalla e impiegato anche nel terremoto de L'Aquila dove aiutò i volontari trovando alcuni dispersi, è morto dopo essersi gettato da una scogliera di Camogli, provincia di Genova.

Il responsabile dei vigili del fuoco, Fulvio Pittaluga, cerca di spiegare il motivo che ha spinto l'esemplare di golden retriever di sei anni a lanciarsi sulle rocce. Alex è morto, probabilmente, per il suo istinto. Racconta Pittaluga: "Forse uno stimolo di quelli che sentiva nelle ricerche, non possiamo dirlo". Dicono ancora i colleghi: "Il cane avrà sentito qualcosa".

Massimo Angeloni, vigile del fuoco e proprietario dell'animale, presente al momento della tragedia, ricorda di aver visto Alex buttarsi all'improvviso in mare e di averlo visto nuotare tra le onde. E pensa: "Questa volta è andata bene". Invece, quando poi raggiunge il livello del mare, si rende conto che galleggia senza vita. "Alex aveva cominciato da cucciolo i corsi di formazione - spiega Pittaluga -e a due anni ha superato gli esami per diventare operativo. Quindi era con noi da 4 anni".

Al Secolo XIX il responsabile dell'unità cinofila con rammarico annuncia la notizia della morte: "Alex era un cane di grandissima affidabilità e professionalità. Volava anche dall'elicottero. Per questo è stata una gravissima perdita".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017