Excite

Alfredo Famoso, in coma tassista preso a bottigliate per una precedenza. Identificato aggressore

  • Youtube

Una violenta lite per futili motivi, probabilmente scoppiata a causa di una precedenza non data, ha provocato gravi conseguenze per un tassista milanese, attualmente ricoverato in condizioni assai delicate all’ospedale Niguarda.

Milano, tassista aggredito in strada dopo aver investito un cane: è polemica

A colpire il 68enne in via Gian Battista Morgagni, secondo le ricostruzioni fornite dai testimoni presenti nei paraggi ieri sera, è stato un pedone, che prima di rientrare all’interno della sua automobile ha scagliato violentemente una confezione d’acqua verso il conducente del taxi, evidentemente “accusato” di non aver rispettato i segnali stradali o di essersi avvicinato a velocità eccessiva al passante con la sua vettura.

Dall'acceso e prolungato battibecco sarebbe scaturito un principio di colluttazione, culminato nel lancio dell’oggetto contro il tassista, caduto a terra sbattendo il volto con pesanti conseguenze. Poco dopo le 20,30 è arrivata la prima richiesta di intervento al 118, mentre altri dettagli dell’episodio restano da verificare, sulla base delle testimonianze finora raccolte sul posto.

L’aggressore, fino ad inizio giornata, risultava irreperibile, ma non sembra vi siano stati particolari problemi per la sua identificazione, grazie al ben avviato lavoro della polizia che sta stringendo il cerchio rapidamente sul caso proprio in queste ore.

Per l’uomo di 68 anni, vittima dell’aggressione nel quartiere centrale di Milano, si è reso necessario un intervento neurologico d’urgenza, al termine del ricovero in codice rosso in Rianimazione presso il nosocomio cittadino: bisognerà aspettare il decorso dell’operazione per verificare le possibilità di uscita dal coma e le reali chances di pieno recupero del tassista milanese.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017