Excite

Allergie primaverili, arrivano i 'filtri nasali'

La primavera è una stagione meravigliosa. Il sole più caldo che comincia a brillare più alto nel cielo. La natura che risfiorisce. Le giornate che diventano più lunghe. Tutto concorre a far nascere in ognuno di noi un ben preciso desiderio: stare all'aria aperta il più possibile. Peccato però che, spesso, questa bella stagione per molti si trasformi da sogno in incubo. La ragione? Le tanto temute e sofferte allergie.

Sì, perché chi è allergico alle piante e, soprattutto, ai pollini che in questo periodo abbondano nell'aria vive con grande tormento anche un solo istante trascorso sotto i raggi del sole. Ma esistono dei rimedi capaci di contrastare efficacemente le allergie respiratorie? A quanto pare, oltre a quelli più tradizionali, alcune nuove tecnologie vanno in soccorso di chi, in questo periodo, teme una passeggiata all'aperto. Ma vediamo meglio di cosa stiamo parlando.

Si tratta di speciali filtri nasali, una coppia di piccoli tronchi di cono capaci di intercettare le particelle contenute nell'aria che si respira. Questi filtri nasali non fanno altro che 'ripulire' l'aria respirata grazie a un gel biocompatibile che, stratificato sulla loro superficie interna, è capace di attrarre per carica elettrostatica gli allergeni e di invischiarli grazie alla sua elevata viscosità.

Come si legge sul quotidiano Il Corriere della Sera, Gennaro D'Amato, primario della Divisione di Malattie respiratorie e allergiche dell'Ospedale Cardarelli di Napoli, ha spiegato che questa tecnologia, al momento, è stata sperimentata in una ventina di pazienti, da tempo allergici alla parietaria. Il primario ha sottolineato: 'Metà dei pazienti con allergia più severa ha utilizzato i piccoli tronchi di cono in sinergia alle cure tradizionali (antistaminici e cortisonici), mentre l'altra metà, con allergia più lieve, ha fatto affidamento essenzialmente sui 'mini-imbuti', ricorrendo agli antistaminici durante il picco pollinico. I risultati che abbiamo raccolto sono molto incoraggianti: l'utilizzo di questi dispositivi ha infatti diminuito i sintomi nasali (starnutizione e prurito)'.

Chi soffre di allergie, dunque, sembra poter affidarsi ora non solo alle cure tradizionali, ma anche a questi nuovi ritrovati della tecnologia. Non bisogna poi dimenticare che questi speciali filtri nasali svolgono una duplice azione di purificazione dell'aria. Da una parte, infatti, agiscono sui pollini, dall'altra sono in grado di agire sulle polveri sottili inquinanti. Offrendo così un contributo anche contro l'inquinamento atmosferico.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017