Excite

Alluvione in Costa Azzurra, 5mila sfollati e ansia per i dispersi. Salvi gli italiani sui treni Unitalsi

  • Twitter @globalistIT

Si è fermato per il momento a 17 morti e quattro dispersi il bilancio dell’alluvione in Costa Azzurra, causata dal violento acquazzone abbattutosi su Nizza, Cannes, Antibes e altri centri abitati della riviera francese sabato 3 ottobre, dal tardo pomeriggio fino a notte fonda, quando la conta dei danni e delle vittime si è subito rivelata tragica.

Bomba d'acqua sulle coste della Francia, morti e sfollati in Costa Azzurra

L’emergenza, ancora in corso, ha costretto le autorità locali a collocare centinaia di sfollati all’interno di strutture di ricovero improvvisate, impegnando le forze dell’ordine nel soccorso ai cittadini rimasti intrappolati nelle case o in strada mentre purtroppo (come denunciato dai vari sindaci) si verificavano i primi episodi di sciacallaggio.

Verso l’ora di cena i momenti più difficili per gli abitanti della Costa Azzurra, bersagliati da un temporale di proporzioni storiche, in grado di riversare a Cannes nel giro di 1 ora una quantità d’acqua pari a quella caduta solitamente in 60 giorni, fenomeno mai verificatosi dal 1942 in poi secondo i più accreditati centri di rilevazione meteo della Francia.

(Nizza e Cannes sommerse dall'acqua: alluvione in Costa Azzurra, morti e dispersi)

Panico anche per 2500 italiani, alcuni dei quali affetti da gravi patologie, a lungo bloccati dentro i “treni bianchi” dell’Unitalsi partito da Lourdes e assistiti durante l’alluvione dai volontari fino al termine dell’emergenza, senza per fortuna serie conseguenze sulla salute delle persone a bordo dei vagoni riservati ai pellegrini.

Il capo dello Stato Francois Hollande ha portato agli abitanti delle zone colpite dalle calamità naturali la massima vicinanza, recandosi personalmente nella regione delle Alpi Marittime per sovrintendere alle operazioni di messa in sicurezza del territorio insieme al ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve.

Il numero degli sfollati, stando agli ultimi bollettini delle autorità locali, è intanto salito a 5mila e si teme per la sorte dei 4 dispersi: da incubo lo scenario immortalato da telecamere e obiettivi fotografici in queste ore nei luoghi caratteristici della Costa Azzurra, devastati da un’alluvione capace di ridurre a canali di fango e detriti le suggestive vie di Nizza e Cannes.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017