Excite

Altro che nobile arte

Quello del giornalista non è un mestiere semplice.
Paghe avvilenti, contratti-capestro, precarietà a tempo indeterminato e tanta umiliazione: e' questo ciò che devono passare coloro che vogliono percorrere la nobile strada dell'informazione.
Date un'occhiata a questo dossier (in formato .pdf) circa le retribuzioni dei giornalisti precari toscani, pubblicato da GT Giornalisti in Toscana, il notiziario dell'Associazione della Stampa e dell'Ordine Regionale dei Giornalisti.
Va bene la gavetta ma francamente qui si è andato ben oltre.

A colpire l'attenzione del lettore sono soprattutto i punti del dossier riguardanti i compensi bassissimi (per nulla commisurati al costo della vita) e la speranza (molto flebile) di essere un giorno assunti anche solo con un contratto a tempo determinato.
Le cifre, occorre puntualizzare, si riferiscono alla Toscana, ma dato che alcuni editori sono nazionali, probabilmente nelle altre regioni la situazione non è dissimile.

Facciamo alcuni esempi, giusto per dare un'idea:
Quotidiano La Nazione
Un servizio viene pagato, in media, tra 5 e 12 euro lordi, di cui un terzo se ne va via tra tasse e previdenza.
Una notizia breve (800 battute) viene pagata 2 euro.

Quotidiano Il Tirreno
Ai collaboratori vengono dati 21 centesimi per due righe da 58 battute.

Repubblica Firenze
Un articolo vale 20 euro lordi: è la cifra più alta.
Al massimo vengono pagati 15 pezzi in un mese per un totale di 300 euro lordi in tutto, quando va bene.

Corriere di Firenze
Pagamento forfettario: dai 50 ai 100 euro lordi al mese, con almeno otto pezzi scritti.

Il Firenze
18 euro per un’apertura. Si riscuote ogni tre mesi.

Giornale della Toscana
Dai 15 ai 20 euro al massimo.

Metropoli
Un pezzo da 3000 battute viene pagato 16 euro, mentre un pezzo da 2500 battute, 13 euro.

Nel dossier c'è anche la testimonianza di alcuni precari che hanno deciso di abbandonare il lavoro che sognavano da una vita: " 500 euro lordi al mese, 10-12 ore al giorno a capo chino su computer vecchi come il cucco. Torni a casa quando la gente normale sta per uscire a godersi il dopo cena. Ma io ho deciso che non ci sto. Faccio fagotto e me ne vado", scrive uno dei tantissimi cronisti precari anonimi in giro per l'Italia.

Cosa ne pensi?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016