Excite

Amano di più i loro padroni i cani o i gatti?

  • facebook

di Simone Rausi

Ci sono delle verità che si danno per assodate perché le conoscono tutti e perché sono in giro da troppo tempo, praticamente da sempre. Una di queste – nonostante possa incontrare parecchi pareri discordanti – è che i cani sono più fedeli dei gatti. Ma è davvero così? A fornire una risposta a questo grande interrogativo dell’esistenza (secondo solo a “chi siamo” e “da dove veniamo) è stato un neuroscienzato della Claremont University, il dottor Paul Zak.

La verità sull’età dei cani e la regola del 7

Zak ha basato il suo studio sull’ossitocina, un ormone che noi umani, così come i nostri amici a quattro zampe, produciamo in situazioni di felicità. Ogni individuo, ad esempio, produce fino al 25% di ossitocina quando ha un’interazione positiva con un estraneo, percentuale che supera il 50% se la situazione di felicità viene vissuta con una persona che si ama particolarmente. Questi dati possono ritenersi validi anche per i cani e i gatti. Zak ha quindi analizzato dei campioni di sangue prelevati ad alcuni animali domestici prima e dopo aver giocato con i loro padroni e ha monitorato i livelli di ossitocina. “L’ossitocina è il neurotrasmettitore che regola l’attaccamento. Si tratta di un agente chimico che produciamo nel cervello quando teniamo a qualcuno. Viene rilasciato dai mammiferi per creare un legame con i loro cuccioli” ha dichiarato il neuroscienziato all’HuffPost. Ma arriviamo al dunque: quali sono stati i risultati?

I cani hanno prodotto il 57,2% di ossitocina, un livello che testimonia profondo amore. I gatti, invece, ne hanno prodotto appena il 12%, senza considerare che la metà del campione non ne ha prodotto affatto. Secondo lo studio, il cervello dei cani sarebbe settato sull’amore verso il loro padrone, quello dei gatti molto meno. C’è una variabile che va tenuta in considerazione: l’esperimento è stato condotto in un ambiente sterile, condizione che può aver influito sulle performance feline. I gatti sono infatti maggiormente legati a un territorio e il fatto che gli esami siano stati svolti in un laboratorio ha inibito maggiormente la componente ludica-sociale.

In ogni caso, lo scarto di percentuale tra le due specie è troppo ampio per poter parlare di risultato parziale. I cani sono più affettuosi dei gatti, ora lo dice anche la scienza. Così è deciso, l'udienza è tolta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017