Excite

Andreas Lubitz, diuretico al comandante per pilotare l'Airbus: ricerche online prima dell'incidente

  • Twitter @Infosensible

Il progetto suicida di Andreas Lubitz sembra trovare conferme giorno dopo giorno con nuovi elementi emersi nel corso delle indagini e puntualmente ripresi dai giornali grazie a fonti (spesso anonime) più o meno vicine agli ambienti delle Procure titolari dell'inchiesta.

Disastro Germanwings, indagini delle autorità europee sulla sicurezza dei voli

Quello coltivato in segreto dal copilota 28enne dell'Airbus A320 Germanwings, secondo quanto riferito da quotidiano online Express di Colonia, era un disegno “criminale” ben definito in tutti i suoi dettagli, a partire dalle modalità di allontanamento del collega dalla cabina di comando.

L'uso di diuretici avrebbe costretto Patrick Sondheimer ad abbandonare la postazione di pilotaggio per pochi ma fatali minuti, giusto il tempo necessario ad Andreas Lubitz per chiudere le porte attivando la manovra di picchiata verso terra ad alta velocità.

Proprio i farmaci normalmente prescritti dai medici per favorire l'eliminazione dei liquidi corporei, stando alle recenti rivelazioni della stampa tedesca sugli ultimi giorni del copilota del volo Germanwings, sarebbero stati al centro delle ricerche sul web dell'aspirante suicida dal personal computer.

(Perquisizioni a casa di Lubitz, il servizio della BBC sulle “prove” del suicidio)

Il diuretico, seguendo la tesi dell'Express legata a notizie filtrate dagli ambienti della Procura di Dusseldorf, sarebbe stato somministrato dal giovane “Amokpilot” al comandante Sondheimer aggiungendo semplicemente un paio di gocce di medicinale nel caffè.

Ulteriori prove della tendenza all'autolesionismo del pilota dell'Airbus arriverebbero poi dalla testimonianza resa da una ex fidanzata agli inquirenti dopo l'incidente: Lubitz, sostiene la ragazza interrogata dagli investigatori, aveva intenzione di compiere prima o poi “un gesto eclatante.

Si continua a riflettere, in Germania e non solo, sulla spinosa questione della sicurezza per le migliaia di passeggeri che ogni giorno usano l'aereo per spostamenti di lavoro o viaggi di altra natura.

Dal giorno successivo al disastro dell'Airbus A320 della Germanwings, le polemiche sui mancati o scarsi controlli d'idoneità psicologica dei piloti e sull'organizzazione dei voli non si sono mai placate.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017