Excite

Andreas Lubitz, il copilota dell’Airbus aveva tendenze suicide: per i medici "non era un pericolo"

  • Twitter @Agi_Estero

Le tendenze suicide di Andreas Lubitz, copilota dell’Airbus caduto sulle montagne della Provenza per un improvvisa perdita di quota verso terra, trovano conferma nei referti delle visite precedenti all’entrata in servizio del giovane dipendente della Germanwings.

Giovane pilota responsabile del disastro aereo nei cieli della Francia: chi era Lubitz?

Come emerso in queste ore dalla lettura dei documenti acquisiti dalla Procura di Dusseldorf incaricata delle indagini sulla strage del 24 marzo, la personalità del ventottenne tedesco protagonista dell'incidente a Barcellonette era complessa e piena di zone d'ombra.

A porre riserve sull’idoneità del candidato al brevetto di volo sugli aerei civili erano stati anni fa i medici del lavoro, convinti che l’aspirante pilota non avesse le carte in regola dal punto di vista psicologico per intraprendere con successo la professione, anche se dai documenti all’esame della magistratura sembrerebbe che di istinto suicida nessuno ne parlasse all’epoca in maniera esplicita.

Lubitz, secondo il procuratore Christoph Kumpa, si era sottoposto in diversi periodi a sedute di psicoterapia, ma “non era un pericolo per gli altri”, né tantomeno denotava sintomi di una “malattia organica” in grado di impedire al pilota di condurre il proprio lavoro normalmente, almeno stando alle relazioni scritte di volta in volta stilate dai medici.

(Lubitz in cura per tendenze suicide: la scoperta dei magistrati a 7 giorni dall’incidente)

Il quadro probatorio al vaglio delle autorità inquirenti tedesche e francesi, pertanto, si arricchisce di alcuni preziosi elementi ottenuti dai responsabili dell’inchiesta nel giro di una settimana dallo schianto in volo dell’aereo, mentre restano forti dubbi su diversi aspetti dell’incidente costato la vita a 155 persone tra passeggeri e dipendenti della Germanwings.

Solo in parte la marcia di avvicinamento alla verità ha registrato progressi con l’apertura delle due scatole nere, una delle quali quasi interamente distrutta, dell’aereo caduto sulle Alpi francesi nei pressi di Barcellonette domenica scorsa alle 10,30 del mattino.

Le motivazioni del suicidio di Andreas Lubitz restano ancora non del tutto chiare, mancando per adesso prove documentali scritte (lettere o appunti personali) di tale disegno autolesionista e omicida coltivato forse per lungo tempo dal 28enne copilota dell’Airbus A320.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017