Excite

Angela Celentano è in Spagna? In Messico fermata cronista Rai "vicina a verità"

  • YouTube

Una nuova pista spunta nella sempre più intricata vicenda di Angela Celentano: gli inquirenti che stanno investigando sulle mail spedite per oltre un anno da Celeste Ruiz ai genitori della bimba scomparsa sul monte Faito, Maria e Catello, avrebbero infatti spostato le loro indagini dal Messico alla Spagna. La notizia per ora non è stata confermata, ma secondo indiscrezioni la Procura di Torre Annunziata avrebbe inoltrato una rogatoria internazionale alle autorità iberiche.

Angela Celentano-Celeste Ruiz, la storia ricostruita a 'I fatti vostri'

In base alle pochissime informazioni trapelate, gli inquirenti avrebbero scoperto che alcune email ricevute dai coniugi Celentano sarebbero riconducibili a un indirizzo ip localizzato tra Malaga e Siviglia: una novità rilevante che, di fatto, spiegherebbe anche perché non è mai stata trovata alcuna Celeste Ruiz (se davvero si chiama così) nelle abitazioni messicane dove inizialmente si pensava che fosse il pc da cui era partita la posta elettronica indirizzata ai genitori di Angela.

E mentre le indagini proseguono in un clima di grandissima cautela e circondate dal più stretto riserbo, dai signori Celentano arrivano invece segnali di ottimismo: mamma Maria e papà Catello hanno infatti detto di essere "fiduciosi" e di confidare di "poter presto riabbracciare" la loro bambina. Non si sa se, in effetti, i genitori di Angela siano al corrente di qualche informazione in più rispetto alla stampa o se la loro sia solo una speranza, ma arrivati a questo punto, dopo tante delusioni, se hanno deciso di sbilanciarsi forse è perché davvero il caso potrebbe essere a una svolta.

Tutte le notizie sul caso di Angela Celentano

In attesa di conoscere gli ultimi sviluppi, è di oggi invece la notizia che la giornalista della trasmissione Rai I fatti vostri oltre che consulente dei Celentano, Filomena Rorro, è stata fermata a Cancun e trattenuta per oltre 11 ore. Secondo quanto riportato dal legale dei genitori di Angela, Luigi Ferrandino, Rorro "stava intervistando persone e facendo sopralluoghi in alcune località da noi individuate, quando è stata circondata da circa sette macchine della polizia locale", quindi condotta nel comando di Cancun e interrogata. L'intervento della Farnesina ha sbloccato la situazione, ma secondo Ferrandino il fermo è stato attuato perché "siamo andati vicino alla risoluzione della questione e, quindi, è stata una strategia per allontanare persone che potevano individuare dati ed elementi importanti". Una tesi che di fatto 'sconfessa' la pista spagnola e che anziché fare chiarezza complica ulteriormente le cose.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017