Excite

Angela Celentano, procura di Torre Annunziata riapre il caso: verità vicina?

  • Facebook

Svolta nella storia della scomparsa di Angela Celentano? Forse è presto per dirlo, ma di certo la decisione della Procura di Torre Annunziata di riaprire il caso lascia supporre che le piste seguite negli ultimi mesi siano qualcosa di più semplici ipotesi. Piste che in realtà si riducono sostanzialmente a una: la mail inviata ai genitori della bambina scomparsa da una ragazza messicana, tal Celeste Ruiz, nella quale la giovane afferma di essere Angela.

Angela Celentano, il video-tributo per il 18° compleanno

Da allora - il 2010, due anni fa - le indagini sono proseguite discretamente, fino a che i signori Celentano, Maria e Catello, hanno annunciato nel corso di una puntata della trasmissione di Raidue, I Fatti Vostri, il (presunto) ritrovamento della figlia: la notizia ha immediatamente riacceso l'attenzione dei media sul caso, con un susseguirsi di scoperte e smentite culminato lo scorso 6 novembre con la conferma dell'autenticità della foto inviata dalla sedicente Angela alla famiglia di Castellammare di Stabia.

Tutte le notizie sul caso di Angela Celentano

Una notizia, quest'ultima, che ha impresso un'accelerazione alle indagini, a proposito delle quali, ieri, il legale dei Celentano, Luigi Ferrandino, ha affermato: "Ormai siamo vicini ad una svolta", spiegando: "Siamo a una svolta nel senso che a breve sapremo se la segnalazione arrivata dal Messico, da una ragazza che si è definita Angela, sia veritiera o meno".

Dunque, la decisione della Procura di Torre Annunziata, in seguito a un vertice tenuto nella mattinata di oggi negli uffici del procuratore capo, Raffaele Marino, di far passare nuovamente al setaccio dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli ogni dettaglio inerente il caso farebbe pensare che la "svolta" sia arrivata e che nella segnalazione della ragazza ci sia - almeno - un fondo di verità.

Ovviamente la cautela è d'obbligo: dalla scomparsa della figlia sul Monte Faito il 10 agosto 1996 a oggi, i genitori di Angela hanno già ricevuto un'infinità di delusioni e nessuno vuole che questa sia solo l'ultima di una lunga serie. Tuttavia, la decisione dei magistrati competenti territorialmente di dare mandato ai militari di "studiare tutti i fascicoli, i racconti dei testimoni e le prove raccolte in sedici anni di indagini", come battuto dalle diverse agenzie di stampa, lascia supporre che la procura e gli investigatori abbiano qualcosa di concreto da approfondire, alla ricerca di una verità che sfugge ormai da troppo tempo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017