Excite

Animali, violenta aggressione di cani a Pimonte (Napoli)

Nel comune di Pimonte, per l'esattezza nel Parco dei Monti Lattari, alcuni volontari ambientalisti si sono trovati davanti ad una scena veramente orribile.Ad avvisarli una segnalazione anonima.

Guarda le foto (si consiglia la visione ad un pubblico adulto)

La denuncia è stata accolta commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli il quale ha spiegato che due cani sono stati legati con un filo sottile stretto quanto più possibile alle zampe in modo da renderli immobili. I due cani, poi, sono stati colpiti con un'accetta alla testa e sulla parte posteriore del corpo. Una delle due povere bestiole non è riuscito a sopravvivere.

Il commissario regionale dei Verdi ha spiegato che sono stati immediatamente avvisati i carabinieri, i vigili e il servizio veterinario dell'asl na 3 sud che hanno preso il cane e stilato un verbale. Secondo quanto affermato da Borrelli, le forze dell'ordine hanno accertato che le ferite sono state provocate volontariamente da un corpo tagliente.

Ma chi può aver compiuto un gesto tanto orribile? I sospetti vanno a una setta satanica che opererebbe tra il Monte Faito e la zona dei Monti Lattari. Come sottolineato dal commissario regionale dei Verdi, dall'inizio del 2010 la provincia di Napoli detiene il record italiano di uccisioni e aggressioni nei confronti di randagi.

Risale infatti a soli pochi mesi fa un agghiacciante precedente, sempre nel napoletano: due cani uccisi, massacrati con un'accetta. Una mattanza che sembra non avere fine e che fa gridare vendetta ad animalisti e non solo.

[foto da stabiachannel.it]

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017