Excite

Animalisti contro Hillary Clinton

Socks, il gattino abbandonato da Hillary Clinton durante il trasloco dalla Casa Bianca rischia di costare caro alla ex first lady: Una storia che potrebbe mettere in crisi gli elettori americani che ora la considererebbero troppo fredda e calcolatrice per la Casa Bianca. A ricostruire la vicenda del felino a macchie bianche e nere che per anni è stato la felicità di Chelsea e nere è il Sunday Times.

"Negli annali delle malvagità umane l'abbandono di un animale domestico non è in cima ma neanche in fondo alla lista - nota il Sunday Times - negli ultimi tempi la senatrice democratica ha cercato di accreditare l'immagine di donna sensibile, capace di esser dolce e femminile". Cosa penseranno ora di lei gli americani? Anche perché per la povera Hillary ora c'è un'altra bella gatta da pelare: un'indagine condotta dal Los Angeles Times sui suoi conti elettorali ha rivelato che su 150 versamenti di denaro, un terzo proviene da donatori fantasma, mentre la maggioranza di quelli esistenti non è iscritta nelle liste elettorali. Negli altri casi i donatori svolgono mestieri umili - lavapiatti, camerieri, venditori ambulanti - e pertanto non è chiaro come possano aver reperito le somme versate, comprese tra 500 e 2.300 dollari. In aprile, ad esempio, un singolo sostenitore, residente in un'area degradata, ha versato 380 mila dollari mentre nel 2004 il senatore John Kerry, candidato alle presidenziali con il partito democratico, in tutta Chinatown non raccolse che 24 mila dollari. Il portavoce Howard Wolfson si difende così: "Abbiamo migliaia di donatori e siamo orgogliosi di avere il sostegno delle più diverse comunità a New York e nel resto del Paese".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016