Excite

Uomini e Donne, Antonello Zara morto in un incidente: chi lo ha investito deve pagare 231 euro

  • Mediaset

di Laura Abbate

La storia di Antonello Zara la conosciamo in molti. La sua popolarità, acquisita grazie alla partecipazione a Uomini e Donne ha infatti permesso al giovane di entrare nelle case degli italiani e nel cuore di molti. Antonello è morto il 7 agosto del 2008, è stato investito mentre percorreva una stradina di Porto Cervo. Era in vacanza in Sardegna con gli amici e il destino ha deciso di giocargli questo brutto scherzo. L'uomo che era al volante dell'auto che ha investito Zara è un ragazzo come lui, di qualche anno più piccolo. Ha 22 anni e quella notte guidava contro mano con una velocità che probabilmente era ben oltre i 30 km orari. Questo ragazzo è stato condanndato ad 1 anno di reclusione con pena sospesa e a 231 euro di multa. Un po' pochino dice qualcuno.

Condanna lieve per chi investì Antonella Zara

In particolare, il papà di Antonello, il signor Valter Zara non ci sta e racconta al settimanale Giallo la sua verità. Chiede giustizia. Perché la vita di una persona non può valere solo un paio di centinaia di euro. "Quel che più mi fa rabbia" ha detto il signor Zara "è pensare che chi ha ucciso mio figlio non abbia mai pagato. Non dico che dovesse finire in carcere, ma sarebbe stato giusto che facesse alcuni mesi ai servizi sociali". Non sta a noi giudicare se sia giusto o meno, la magistratura che ha deciso in tal senso avrà fatto tutte le valutazioni del caso. Ma certo, a un papà non si può impedire di dire ciò che pensa. La sofferenza per la mancanza del figlio brucia ancora e fa ancora più male perché da parte di chi ha incrociato tragicamente il destino di Antonello Zara non è mai arrivata una parola.

"Non ci ha mai neppure chiesto scusa. Antonello non c'è più, ma lo sento vicino: passo ore nella sua camera". Poi ha precisato: "Combatto per l’introduzione del reato di omicidio stradale, perché quello che è successo a me e a mia moglie Patrizia non accada ad altri: la vita di un ragazzo non può valere solo 231 euro". Sì, i genitori di Antonello Zara ce la stanno mettendo tutta perché nessun altra mamma e nessun altro papà subisca lo stesso trattamento che hanno subito loro. Per questo chiedono che la giurisprudenza italiana annoveri tra i suoi reati anche quello dell'omicidio stradale.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017