Excite

Antonio Sollazzo e Marino Marsicano, chi sono i due operai della protesta a Sanremo 2014

  • Getty Images

Sono due operai del Consorzio unico di bacino delle province di Napoli e Caserta, gli autori del gesto disperato che ha messo in agitazione l’intera platea dell’Ariston nei primi minuti della serata di apertura del Festival di Sanremo 2014.

Festival di Sanremo 2014, Duccio Forzano ad Excite

Laetitia Casta, balletto e inciente hot a Sanremo

Antonio Sollazzo e Marino Marsicano (questi i nomi degli autori della clamorosa protesta) avevano regolarmente acquistato i costosissimi biglietti d’ingresso per il teatro, previa colletta tra amici e colleghi di lavoro, per poi inscenare il tentativo di suicidio dalla balaustra ed ottenere dal conduttore la lettura in pubblico e davanti a milioni di telespettatori del loro comunicato.

Pif, il pre-Festival parte bene: guarda il video

L’esitazione iniziale di Fabio Fazio, propenso ad invitare alla calma i lavoratori anziché a soddisfare le loro richieste, è presto rientrata grazie all’insistenza degli stessi, più volte sul punto di sporgersi verso il vuoto in un crescendo di tensione che ha riportato indietro di oltre 20 anni le lancette del tempo, fino all’epoca degli storici episodi registrati nelle edizioni condotte da Pippo Baudo.

Non ci pagano da 15 mesi hanno raccontato ai giornalisti i dipendenti della società pubblica campana, indotti a più miti consigli dopo la trattativa col presentatore in diretta tv, anche se ad accoglierli nei minuti seguenti al ritorno in platea c’erano ovviamente uomini delle forze dell’ordine, tenuti ad identificarli e portarli al locale commissariato.

“Siamo andati a Sanremo perché lì ci vedono tutti” hanno aggiunto i due, a quanto pare intenzionati a farsi sentire nelle prossime settimane in sede europea, probabilmente a Bruxelles, probabilmente in forme meno eclatanti di questa scelta per ottenere la massima visibilità agli occhi del grande pubblico televisivo nazionale.

“Questi lavoratori sono legati a gruppi di estrema destra e non ci rappresentano”, hanno dichiarato esponenti delle sigle sindacali del consorzio di appartenenza di Sollazzo e Marsicano interpellati dalla stampa a margine della inattesa performance che, nel primo atto del Festival, ha senz’altro rubato la scena ad altri protagonisti, non ultimo Beppe Grillo.

Operai minacciano il suicidio al teatro Ariston: video

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017