Excite

Anziano muore solo in ospedale, parroco invita fedeli ai funerali: folla commossa in chiesa alla cerimonia

  • Twitter @quotidianodirg

Qualcosa in più di un gesto simbolico a favore di una persona defunta e dimenticata da tutti: l’iniziativa del parroco del duomo di Crema, don Emilio Lingiardi, ha scosso la sensibilità dei fedeli facendo diventare i funerali di un settantaquattrenne di Rivolta d’Adda un momento di riflessione, emozionante al punto da attirare l’attenzione dei media locali e non solo.

Senzatetto muore per il freddo in strada a Roma: dramma in via Machiavelli, polemiche

L’uomo, morto in solitudine presso l’ospedale Kennedy a tre anni dalla morte dell’ultimo familiare, era stato conosciuto tempo fa dal prete proprio in un reparto dell’Hospice a Crema e da allora nessun’altra visita, a parte l’assistenza quotidiana dei volontari della Fondazione Benefattori, aveva alleviato le sofferenze dell’anziano fino alla fine dei suoi giorni.

In mancanza di parenti e amici, non vi sarebbe stata alcuna possibilità di riservare un ultimo saluto dignitoso allo sfortunato cittadino, rimasto completamente solo e lontano da contatti col mondo esterno in tutto il lungo periodo tra la scomparsa della madre e il decesso nella struttura ospedaliera cremasca.

(Hospice Cremona, campagna di sensibilizzazione per l’assistenza ai malati terminali)

Attivandosi in prima persona coi mezzi economici a disposizione della chiesa locale e col contributo spontaneo di decine di parrocchiani, don Emilio è riuscito ad organizzare una cerimonia funebre commossa e partecipata grazie alla presenza di tanta gente, aprendo simbolicamente le porte del Duomo ad una “grande famiglia” di cittadini chiamata a sostituirsi alle persone care del 74enne defunto.

“Situazioni simili, di solitudine e disagio ha ricordato il sacerdote durante l’omelia, “sono all’ordine del giorno in realtà lontane come Milano e in altre metropoli”, per poi ribadire che “stare accanto ai malati che soffrono fino al momento della morte è “importante” se non doveroso.

Convinta e sincera, la risposta della comunità dei fedeli all’appello alla partecipazione del parroco Lingiardi ha trovato eco in numerosi messaggi sul web, facendo rimbalzare anche sui social network la notizia dei funerali “solidali” nella cattedrale di Crema.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017