Excite

Messico, italiani rinchiusi in fortezza: aspettano l'apocalisse

In Messico, in un'antica località Maya dello Yucatan, 38 famiglie italiane vivono blindate in una fortezza nell'attesa dell'apocalisse. Credono che presto giungerà la fine del mondo e per tale ragione hanno deciso di rifugiarsi nel cosiddetto 'rifugio delle aquile', ossia un gruppo di ville fortificate, con porte e finestre a prova di esplosivo, rifugi e tunnel sotterranei.

Queste 38 famiglie italiane hanno aderito all'associazione quasi esoterica 'Quinta Essencia', hanno preso la nazionalità messicana, si sono sistemate a Xul e hanno iniziato a vivere in questo modo, rinchiusi nella fortezza.

Ma cosa fa l'associazione 'Quinta Essencia'? Poco si sa, se non che il suo obiettivo è 'preservare l'equilibrio ecologico'. Non è noto come queste persone vivano, si hanno poche notizie. Qualcosa viene fatto sapere dalla stampa locale che ha contatti con gli abitanti del luogo. Da quanto reso noto, le persone che sono andate a vivere nella 'cittadella blindata' costituiscono 38 nuclei familiari. All'interno della cittadella sono state erette altrettante ville, dotate di fortificazioni, porte e finestre a prova di esplosivi, rifugi sotterranei e collegate tra loro da una rete di tunnel.

L'insieme di queste ville forma una sorta di fortezza chiamata 'La de los Aguilas', proprio come quelle degli antichi Maya. Le 38 famiglie italiane che sono andate a vivere dentro questa fortezza vogliono sopravvivere all'apocalisse che, a loro giudizio, sarebbe imminente.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017