Excite

Aquaholic, quando bere troppo può essere letale

  • LaPresse

Si chiama 'aquaholic' ed è colui che è affetto dalla sindrome dei cosiddetti 'perennemente assetati'. Chi ha un problema di questo tipo non può fare a meno di bere, non alcolici, ma semplice acqua. E se la cosa può sembrare innocua, in realtà può rivelarsi estremamente pericolosa.

Bere acqua, di norma, fa bene. Aiuta il nostro organismo a restare in salute. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità e la British Dietetic Association, ad esempio, una persona adulta con un peso di 60 chilogrammi deve assumere un litro e mezzo/due di acqua ogni giorno per ridurre il rischio di infezioni urinarie, calcoli renali e tumori della vescica.

C'è però chi esagera, mettendo a rischio la propria salute. E' il caso ad esempio della pr londinese Joanne Jarvis, 25 anni, che è arrivata a bere oltre 16 litri di acqua rischiando la vita. Nel corso di un'intervista al Daily Mail la Jarvis, che in media beve ogni giorno almeno sei litri di acqua, ha raccontato la sua storia.

La pr ha detto: 'Io non bevo acqua perché mi fa bene, ma perché mi piace. E pensavo che fosse l'ultimo modo al mondo per nuocere alla mia salute'. La Jarvis ha quindi spiegato: 'Lo faccio da quando sono piccola e ho perso il conto di quante volte i miei genitori mi hanno portato dal medico perché pensavano fossi diabetica: la sete è uno dei sintomi principali di questa malattia. Ma niente, sono sana'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017