Excite

Arrestata Yoani Sanchez: la blogger cubana in carcere con altri attivisti

  • Infophoto

La notizia è arrivata dalla rete e si è subito diffusa grazie a Twitter: diverse fonti da Cuba hanno annunciato l'arresto della blogger Yoani Sanchez, giornalista dissidente del regime dei fratelli Castro. Insieme a lei sono finiti in cercere anche altri attivisti ed è stato fermato anche il marito della Sanchez, il giornalista Reinaldo Escobar.

Chi è Yoani Sanchez: guarda il video

La Sanchez e gli altri sono ora detenuti a Bayamo, dove si erano recati per cercare di assistere al processo contro l'attivista spagnolo Ángel Carromero, accusato di omicidio colposo per aver provocato l'incidente d'auto in cui hanno perso la vita i dissidenti Oswaldo Payá e Harold Cepero.

La notizia dell'arresto di Yoani Sánchez è stata confermata anche dal giornalista di regime Yunior Garcia Ginarte, sempre su Titter: "E' venuta a Bayamo per mettere in scena una provocazione e danneggiare il processo a Carromero - ha scritto il giornalista - E’ stata arrestata dalle autorità locali". Il corrispondente della Televisione dalla provincia di Granma ha poi definito la Sanchez come "filostatunitense" e l'ha accusata insieme al marito di seguire gli ordini della Sezione di Interessi degli Stati Uniti all’Avana, con lo scopo di animare uno show mediatico intorno al processo contro Carromero. Stesse motivazioni sono state riportate dal Blog della Sicurezza di Stato: la Yoani sarebbe stata fermata "per impedire il teatro in occasione del processo" e la "manipolazione della realtà".

Il regime di Castro, da sempre attivo nel controllare le attività dei corrispondenti sul territorio cubano e nel reprimere la stampa dissidente, ha più volte messo in atto azioni di sabotaggio nei confronti della Sanchez. La giornalista è diventata famosa in tutto il mondo con il suo blog Generacion Y, sul quale racconta eventi e fatti del regime in tono critico e di denuncia. Nato nel 2007 in collaborazione con un server tedesco, è stato tradotto in 20 lingue in tutto il mondo e ha ricevuto il Premio Ortega y Gasset istituito dal quotidiano spagnolo El Pais. La blogger era anche stata selezionata dalla rivista Time come una delle 100 persone piu' influenti del 2008.

La Sanchez era arrivata a Bayamo per seguire come corrispondente per El Pais il processo all'attivista spagnolo Angel Caromero: per lui il pubblico ministero ha chiesto una condanna a sei anni di reclusione per aver provocato un incidente stradale mortale, mentre la stessa famiglia di una delle vittime ha dichiarato di non credere alla versione ufficiale delle autorità e ha chiesto un'indagine indipendente. Caromero è stato accusato dai media cubani di aver organizzato attività politiche a carattere controrivoluzionario, come la consegna di denaro proprio al movimento dissidente diretto da Payá. Un processo tutto politico che Yoani Sanchez avrebbe voluto raccontare.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017