Excite

Asilo nido degli orrori sequestrato per maltrattamento sui bambini

La procura di Pinerolo, a Torino, ha chiesto e ottenuto la chiusura dell'asilo nido degli orrori. La struttura, che ospitava bambini dai 6 mesi ai tre anni, è stata sequestrata per accertamenti. Dalle indagini in corso, partite lo scorso febbraio, sarebbero emersi e documentati episodi di violenza da parte delle educatrici sui minori.

Il video dei maltrattamenti sui bambini nell'asilo degli orrori

L'asilo nido privato 'Nel Paese delle meraviglie' era gestito da tre socie educatrici, Francesca Pamfili, Elisa Griotti e Stefania Di Maria rispettivamente di 36, 33 e 28 anni, tutte denunciate per maltrattamenti. Secondo le testimonianze i bambini erano costretti a dormire in luoghi non adibiti per questa funzione: nel lavandino del bagno, a terra, coperti da brandine come in gabbia e a volte venivano messi dentro il camino per punizione o in stanza buie per ore. Inoltre, la loro vivacità veniva fermata con calci e pugni e spesso erano costretti a mangiare il proprio vomito.

A denunciare le donne sono state ex educatrici ed inservienti che hanno visto l'orrore e avrebbero ripreso con il telefonino le scene sopra descritte. Molti genitori avevano annullato l'iscrizione all'inizio dell'anno scolastico, appena hanno notato i primi segnali strani provenienti dai bambini. Una mamma, con dolore, racconta come la sua piccola le fece scoprire i maltrattamenti: 'Iniziò a picchiare le bambole con cui stava giocando perché, diceva lei, non volevano andare a nanna. Le chiesi perché fai così? La mamma non lo fa mai con te e lei rispose: Mamma no... Franci'.

Dai verbali della procura nella denuncia si legge: 'maltrattamenti sia fisici sia psicologici, attuati dalle responsabili dell'asilo con assiduità e particolare cattiveria: insulti sistematici, schiaffi e pugni, sulla bocca e sulla nuca che venivano usati per punire i bambini che non mangiavano e sputavano cibo'. Tutti i testimoni, inoltre, affermano che contro i bambini sono stati usati modi violenti per motivi futili.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017