Excite

Astronomia, Saturno senza anelli? No, è solo un "trucco"

Saturno nel cielo senza i suoi anelli. Questo è quello che accadrà questa notte. Ma lo spettacolare sistema di anelli non svanirà nel nulla, a renderlo invisibile dalla Terra sarà l'inclinazione dell'asse del pianeta. Un "trucco", come lo ha definito la Nasa, reso possibile grazie al ritmo del movimento del pianeta attorno al Sole.

L'evento, in media, accade ogni 15 anni nel momento in cui la Terra attraversa il piano orbitale di Saturno e il pianeta appare di taglio, inclinazione che rende invisibili i suoi anelli. A studiare il pianeta in questa particolare condizione sarà la sonda Cassini. Linda Spilker, del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, ha spiegato: "L'orbita di Saturno è così vicina al Sole da rendere estremamente difficile fare osservazioni anche con i migliori telescopi, ma per fortuna abbiamo Cassini". Come sottolineato dalla Spilker la "scomparsa" degli anelli del pianeta è un "fenomeno che si ripete da quando gli anelli si sono formati, circa 4,5 miliardi di anni fa".

Il primo ad osservare questo particolare fenomeno è stato, 400 anni fa, il grande scienziato Galileo Galilei. Dopo aver puntato il suo telescopio sul pianeta, Galileo ha osservato in un primo momento gli anelli, scambiati per due satelliti, ma ad una seconda osservazione, avvenuta proprio quando gli anelli erano disposti di taglio, lo scienziato si è stupito del fatto che i due presunti satelliti erano scomparsi. Inconsapevolmente in quel momento Galileo è stato il primo ad assistere al fenomeno che periodicamente rende invisibili gli anelli di questo enorme pianeta presente nel Sistema Solare.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016