Excite

Attentato a Londra, soldato decapitato a colpi di machete. Cameron: "Terrorismo islamico"

  • Corriere.it

Secondo il governo britannico quello che si è verificato a Londra davanti alla caserma della Royal Artillery, reparto di artiglieria di sua maestà, è un attentato di matrice islamica: due uomini di colore hanno aggredito in strada un soldato a colpi di machete e al grido di "Allah u Akbar" ("Allah è grande").

Attentato terroristico a Londra: le foto

L'agente colpito è stato decapitato ed è morto sul colpo, mentre i due attentatori sono rimasti feriti durante una sparatoria da parte degli agenti di polizia intervenuti sul posto: entrambi sono stati ricoverati in ospedale, uno di loro è in gravi condizioni. L'attentato è avvenuto poco dopo le 19 di mercoledì 22 maggio 2013 a Woolwich, nella parte sud-orientale della capitale inglese.

Dopo aver ucciso la vittima a colpi di machete, i due non si sono allontatati dalla scena del crimine. Uno di loro si è perfino fatto filmare mentre urlava frasi sconclusionate brandendo l'arma con le mani sporche di sangue: "Mi scuso con le donne che oggi sono state testimoni, ma nella nostra terra le donne devono assistere alle stesse cose - ha urlato l'uomo prima di essere arrestato dalla polizia - Queste cose nella mia terra succedono ogni giorno. Nessuno è al sicuro. Cacciate il vostro governo, non si cura di voi". Le immagini dell'attentatore sono state diffuse dall'emittente Itv.

Un attacco terroristico anomalo, senza ordigni o altre azioni eclatanti, portato avanti solo con la ferocia assassina e un'arma qualunque, a disposizione di tutti. Altro aspetto inquetante, le testimonianze secondo cui i due avrebbero cercato di filmare l'attentato invitando anche i passanti a riprendere la scena e il corpo del soldato decapitato, forse per creare immagini da esibire come trofeo, la prova di un attacco ai simboli delle istituzioni occidentali. Un tipo di attentato contro cui le comuni misure di prevenzione possono ben poco, come ha spiegato alla Bbc da John O'Connor, ex comandante di Scotland Yard, che ha definito questo attacco "un nuovo tipo di minaccia contro il nostro Paese": "Il problema è che un attentato del genere richiede ben poca preparazione e può accadere in ogni luogo e in qualsiasi momento".

Il primo ministro David Cameron ha definito l'accaduto "davvero sconvolgente" e ha convocato il Comitato di crisi del governo il cosiddetto Cobra, come da prassi in quei casi che manifestano implicazioni con la sicurezza nazionale: "E' il delitto più spaventoso, una cosa mai successa prima e ci sono forti indicazioni che l'episodio sia collegato al terrorismo" ha dichiarato il premier britannico in una conferenza stampa a Parigi, prima di incontrare il presidente francese Hollande. La Bbc ha riferito che il ministro degli Interni inglese, Theresa May, ha convocato una riunione del comitato di emergenza del governo. In serata, fonti ufficiali governative hanno confermato che si tratta di un delitto "motivato dal radicalismo islamico".

Il sindaco di Londra Boris Johnson ha commentato l'attentato sul suo profilo Twitter definendolo "un ripugnante e imperdonabile atto di violenza". Intervistato alla tv ha poi aggiunto: "Ovviamente è presto per conoscere tutti i fatti. Sono preoccupato perchè è estremamente probabile che sia un attacco terroristico, un tipo di attacco mai visto prima in città". Anche la regina ha manifestato preoccupazione: Buckingham Palace fa sapere che è costantemente informata sugli sviluppi della vicenda.

L'attentatore di Londra: "Nessuno è al sicuro"