Excite

Attentato Brindisi: ritorno a scuola senza Melissa

  • YouTube

Primo giorno di scuole in diverse regioni italiane tra cui la Puglia, dove a Brindisi sono tornate sui banchi anche le ragazze ferite nell'attentato alla scuola Morvillo-Falcone, che è costato la vita a Melissa Bassi.

Ritorno a scuola: parla il papà di Melissa, guarda l'intervista

Visibilmente emozionate, Vanessa, Veronica, Selena, Sabrina e Azzurra sono state accolte dall'applauso dei compagni e dalle parole del papà di Melissa: "E' difficile per me essere qui, ma mi sono fatto coraggio per loro, per le ragazze amiche di mia figlia, che devono andare avanti. Devono farsi forza" ha dichiarato l'uomo, da solo perché "mia moglie non ce l'ha fatta", aggiungendo in un sussurro: "Vantaggiato per me non esiste. Come ho sempre detto, ho fiducia nella giustizia".

Le cinque ragazze di Mesagne sono arrivate su un pullman riservato a loro, dopo che nei mesi scorsi alcune avevano detto che avrebbero cambiato scuola e non avrebbero più frequentato l'istituto dove, la mattina dello scorso 19 maggio, la loro vita è cambiata per sempre. Veronica Capodieci, che dopo l'esplosione ha lottato a lungo tra la vita e la morte, si è presentata per mano alla sorella Vanessa, anche lei ferita nello scoppio, seppur in modo meno grave.

Una decisione, quella di ritornare alla Morvillo Falcone, condivisa dalla dirigente dell'istituto, Rosanna Maci: "La migliore medicina per superare lo shock di quanto accaduto a questa scuola è il lavoro e la progettualità: questi ragazzi hanno bisogno di ritornare subito alla normalità" ha detto la preside ai numerosi giornalisti presenti, concludendo: "Continueremo a offrire un supporto psicologico a tutta la scuola, non solo agli studenti ma anche ai docenti e ai genitori. Siamo tutti ancora molto scossi per quello che è accaduto il 19 maggio scorso, ma bisogna andare avanti".

Un ricordo per la studentessa uccisa è arrivato anche dal ministro dell'Istruzione Profumo: "In questo avvio di anno scolastico Melissa ci mancherà molto. Vorrei esprimere la vicinanza alla scuola di Brindisi dove è scomparsa la nostra allieva, dove nei prossimi giorni mi riprometto di andare".

Bomba Brindisi: la polemica degli studenti "dimenticati"

Superata la prima fortissima emozione iniziale, con una breve cerimonia per ricordare la compagna morta tragicamente, tenuta dopo aver fatto allontanare i giornalisti, studenti e docenti sono entrati in classe: quella di Melissa è stata ridipinta e il suo banco appoggiato a un muro vicino alla cattedra, con sopra peluches e biglietti per non dimenticare mai. Anche se qualcuno già dice: "Ora via quell'altarino".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017