Excite

Atti osceni in classe, prof nella bufera

Le accuse piovute addosso al professor Massimo Costantini, 62 anni, gli ultimi 20 trascorsi ad insegnare fisica e matematica presso il liceo classico-scientifico “Martin Luther King” di Genova sono di quelle pesanti. Si va da studenti obbligati a fare il saluto romano fino a ad atti osceni: una studentessa lo avrebbe sorpreso mentre si masturbava in una classe deserta. “Sono anni che cerchiamo di mandarlo via” commenta il preside, “accuse infondate, è una vendetta per alcuni voti bassi”, si difende Costantini.

“Lo avevamo già segnalato per problemi didattici, ma il Provveditorato non ha mai mandato ispettori” ha detto Renato Delle Piane, preside dell’istituto. La goccia che fa traboccare il vaso cade tre settimane fa, quando una studentessa ritorna in aula, ormai deserta, dove aveva dimenticato una sciarpa e scorge il professore in “atti osceni” ha raccontato la ragazza “Sono corsa dal bidello e dal preside a sfogarmi”. Le sue parole sono state successivamente verbalizzate da un agente di Ps.

“Ma quali atti osceni” spiega il docente “Ero in classe a mangiare un panino”. Gli alunni del liceo racconta di un “Costa” parecchio severo: urla, voti bassi ingiustificati, allievi costretti a mettersi cestini testa , nonché rientrare gattoni in classe. “L'ispettore sta raccogliendo testimonianze tra gli studenti per accertare quanto è stato segnalato- spiega il provveditore Rosaria Pagano. Sappiamo che la vicenda denunciata dalla studentessa non ha testimoni, quindi prevediamo che sarà la magistratura ad andare avanti. Ma ci sono altri aspetti da appurare”.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016