Excite

Australia, i proprietari dei pitbull ne chiedono la soppressione

  • LaPresse

I proprietari di pitbull che vivono nell'area metropolitana di Melbourne, in Australia, stanno inviando continue richieste all'amministrazione locale di Hume per far sopprimere i propri cani. A metà agosto nella zona si è verificato un incidente che ha profondamente scosso la comunità locale. Una bambina australiana di 4 anni è stata azzannata ed uccisa da un pitbull mentre si trovava a casa della cugina.

Il cane responsabile dell'aggressione verrà soppresso su ordine della polizia, ma la stessa sorte potrebbe capitare anche a tutti gli altri pitbull della zona. I proprietari sarebbero particolarmente spaventati da un emendamento della polizia locale e dell'amministrazione locale che starebbe per essere approvato, secondo il quale la responsabilità, civile o penale, dei danni compiuti dai cani ricade sui loro padroni. E nei casi più gravi è previsto anche il carcere. Sembra siano dieci le razze incluse nella lista dei cani considerati pericolosi, tra queste ovviamente anche il pitbull.

Così il panico si è diffuso tra i proprietari di questi cani. C'è chi ha deciso di abbandonare il proprio fedele amico e di consegnarlo all'organizzazione che tutela gli animali, ma c'è anche chi ha richiesto le soprressione. Secondo quanto fatto sapere dall'amministrazione locale di Hume, nelle ultime settimane sarebbero giunte oltre dieci richieste di questo genere.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017