Excite

Balene uccise sulle navi giapponesi: il video shock di Sea Shepherd

  • Youtube

Immagini scioccanti, soprattutto agli occhi di chi ha a cuore l’ambiente e i diritti degli animali, quelle diffuse dagli attivisti internazionali della Sea Shepherd, che sono riusciti per l’ennesima volta a documentare in maniera diretta la mattanza delle balene ad opera dei cacciatori giapponesi, a bordo di grosse navi dotate di arpioni e stive per conservare il lauto "bottino".

Balene, una petizione sul web per salvarle

Nonostante il divieto di caccia nell’area adiacente alle coste dell’Antartide per circa 31 milioni di miglia quadrate, il governo del Giappone sembra intenzionato a proseguire nella contestatissima attività di sfruttamento intensivo dei cetacei, andando a quanto pare ben al di là dei limiti imposti dal trattato mondiale noto come International Whaling Convention in vigore dall'anno 1994.

Sarebbe in teoria consentito, ai sensi dell’accordo sottoscritto dai firmatari della convenzione, rappresentanti giapponesi inclusi, catturare e uccidere le balene “soltanto per ragioni scientifiche e in quantità minime.

Sea Shepherd denuncia, tramite il video shock già diffuso in rete e condiviso da milioni di utenti in tutto il mondo, la violazione dei trattati da parte delle autorità nipponiche e la “barbarie di uno spettacolo medievale che non dovrebbe aver posto nella civiltà moderna”, come sottolineato con forza dal leader della “flotta ambientalista” Bob Brown.

Il bagno di sangue nel Mare di Ross, ripreso dettagliatamente nel filmato (realizzato da un elicottero) da diverse ore visibile su centinaia di siti web, sembra dover riaprire la discussione su un tipo di attività che una parte non minoritaria dell’opinione pubblica internazionale non esita a definire inutile e crudele.

Antartide, lo sterminio delle balene: guarda il filmato di Sea Sheperd

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017