Excite

Baltico, salvato il cagnolino intrappolato su una lastra di ghiaccio

E' salvo il meticcio di pastore tedesco rimasto quattro lunghi giorni su una lastra di ghiaccio nel mar Baltico, senza cibo e senza acqua. Il cagnolino deve la vita a un gruppo di ricercatori che si trovava nella zona. Come riportato da Il Corriere della Sera, uno dei soccorritori ha spiegato che in un primo momento hanno pensato si trattasse di una foca. 'Poi, a ben guardare, abbiamo scoperto che era un cagnolino, bloccato su un lastrone e attento a non scivolare nell'acqua gelida' ha detto l'uomo.

Non appena hanno capito che si trattava di un cagnolino i ricercatori, a bordo della nave polacca da ricognizione meteorologica 'Baltica', si sono avvicinati e lo hanno tratto in salvo. Uno dei membri dell'equipaggio, Adam Buczynski, ha raccontato: 'Non abbaiava, era solo molto spaventato. Ancora qualche ora e non ce l'avrebbe fatta'.

La notizia è subito rimbalzata su tutti i media e il cagnolino, salvato nella Baia di Danzica vicino alla città portuale di Gdynia, è stata battezzato Misiek, ossia 'orsacchiotto'. Ma come è finito il piccolo Misiek su quel lastrone di ghiaccio? Secondo quanto riportato dal quotidiano Super Express lo scorso sabato il cagnolino stava giocando sulle coste del fiume Vistola nei pressi della città polacca di Turonia quando è finito su un lastrone di ghiaccio che è stato trascinato via dalla corrente. Alcuni vigili del fuoco avevano provato a salvare Misiek, ma i tentativi erano miseramente falliti. Per fortuna il cagnolino ha resistito e l'incontro con la nave polacca è stato provvidenziale.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017