Excite

Bara troppo grande non entra nel loculo, segata con dentro il morto e davanti ai familiari. Il video

  • Twitter

Un funerale che ha richiesto dei lavori di falegnameria. È questo l’insolito risvolto che ha preso la celebrazione di un 61enne di Martellago, un piccolo comune in provincia di Venezia. Pare infatti che, sabato scorso, dopo il rito funebre, parenti e amici del compianto si siano recati al cimitero per la consueta tumulazione e lì hanno fatto l’amara scoperta. La bara infatti era troppo grande per entrare nello spazio del loculo. Andava segata…

Michael Jackson e il mistero della bara vuota

D’altronde il defunto era di corporatura piuttosto robusta tanto che – come racconta la signora Piccolo (ironia della sorte), moglie dell’uomo scomparso – l’agenzia di pompe funebri aveva caldamente suggerito l’acquisto di una bara dalla misura maggiore. Pochi centimetri in più, in realtà, che però si sarebbero rivelati decisivi.

A questo punto, dopo diversi tentativi, il custode del cimitero e il titolare dell’agenzia di pompe funebri che ha fornito la bara, sono arrivati – di comune accordo – alla decisione di tagliare la cassa da morto. Sono state necessarie delle seghe e dei manovali che hanno dovuto scuotere violentemente la bara con il cadavere all’interno e il tutto davanti gli occhi sgomenti e raccapricciati dei familiari addolorati.

La storia è talmente assurda da risultare quasi incredibile. Eppure poco tempo fa nella stessa regione - a Mestre, non troppo distante da Martellago - si è verificato un caso analogo. Adesso la famiglia del defunto intende agire per vie legali. Secondo i parenti l’imbarazzante situazione poteva essere evitata. A riportare la notizia è Il Mattino di Napoli che fornisce anche un video.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017