Excite

Beatificazione Giovanni Paolo II, ecco il programma

Mancano ormai solo pochi giorni alla beatificazione di Giovanni Paolo II e a Roma già fervono i preparativi. Il prossimo primo maggio Giovanni Paolo II verrà proclamato beato in piazza San Pietro. Un evento atteso da tanti, da tutti coloro che hanno molto amato questo Pontefice, e un evento storico dal momento che per la prima volta avverrà durante il papato del suo successore, Joseph Ratzinger. Ogni anno, il beato Giovanni Paolo II verrà celebreto il 22 ottobre, giorno in cui venne eletto papa nel 1978.

Tanti gli appuntamenti liturgici, culturali e artistici organizzati nella Capitale per commemorare Giovanni Paolo II. Si partirà dal 30 aprile e si concluderà il 2 maggio. Ma vediamo meglio quale sarà il programma.

Il 30 aprile, dalle ore 21.00 alle ore 22.30 al Circo Massimo, avrà luogo la Veglia di Preghiera alla presenza del Cardinale Vicario Agostino Vallini e in collegamento video con papa Benedetto XVI. Il primo maggio si svolgerà la tanto attesa celebrazione della beatificazione; alle ore 10.00 Benedetto XVI celebrerà la Santa Messa al cui termine le spoglie del 'neo-beato' verranno esposte davanti l'Altare della Confessione, all'interno della Basilica di S. Pietro, per la venerazione che terminerà con l'esaurimento del flusso dei fedeli. Il 2 maggio, infine, a partire dalle 10.30, il Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, terrà la Messa di ringraziamento in piazza S. Pietro.

Ma oltre agli appuntamenti liturgici, in città avranno luogo anche tutta una serie di appuntamenti culturali e artistici. Dal 29 aprile al 13 maggio, in piazza della Repubblica sarà possibile ammirare la mostra fotografica 'Karol, il papa dei popoli'. Dal 28 aprile al 25 settembre, al Palazzo Caffarelli dei Musei Capitolini avrà luogo la rassegna di immagini, video ed altro ancora, dal titolo 'All'Altare di Dio'. Il 2 maggio, poi, in piazza del Campidoglio alle ore 19.00 si svolgerà il concerto 'Giovanni Paolo II e Roma: Memoria e Gratitudine' dell'Orchestra Sinfonica Nova Amadeus diretta dal Maestro Bruno Santori con le testimonianze di don Massimo Camisasca, Cardinale Stanislaw Dziwisz, Andrea Riccardi, Padre Lucio Maria Zappatore, Monsignor Domenico Sigalini, Elio Toaff, Joaquìn Navarro Valls. Dopo il concerto dell'Orchestra Sinfonica Nova Amadeus sul palco saliranno alcuni artisti di musica leggera come Amedeo Minghi, Tosca, i Matia Bazar, la PFM, Roby Facchinetti dei Pooh; il tenore Romolo Tisano e la soprano Silvia Lorenzi eseguiranno, poi, un originale versione dell'Ave Maria sull'intermezzo della Cavalleria Rusticana.

Dal 26 al 29 aprile, inoltre, i musei Vaticani saranno aperti anche di sera, mentre il 2 maggio saranno aperti dalle ore 19.00 alle ore 24.00. Aperti anche i musei civici, normalmente chiusi il primo e il 2 maggio. A metà maggio, poi, verrà inaugurata una statua di bronzo, di Oliviero Rinaldi, raffigurante papa Giovanni Paolo II che sarà collocata davanti la stazione Termini.

Per accogliere tutti i visitatori che giungeranno in città proprio per la beatificazione di Giovanni Paolo II verranno implementati i trasporti. Saranno messi a disposizione oltre 5mila pullman in varie zone della città e potenziati metropolitana e autobus.

In vista del grande evento che, come si può immaginare, impegnerà notevolmente la città di Roma, ieri il sindaco Gianni Alemanno ha detto: 'Chi non ha interesse per la beatificazione e mi auguro siano pochissime persone, forse è meglio vada a fare una gita fuoriporta, perché sicuramente la città sarà fortemente sollecitata'. Parole che hanno trovato subito una secca e critica replica da parte del responsabile Turismo del Pd Armando Cirillo, il quale ha affermato: ' Forse l'unico ad essere andato 'fuori', ma dalle righe, è il sindaco Alemanno. Piuttosto che invitare i romani ad abbandonare la città in previsione della beatificazione di Karol Wojtyla, si impegni affinché sia consentito a residenti e turisti di godersi la bellezza della città'.

Il sindaco ha poi aggiunto: 'Stiamo facendo tutto il possibile per accogliere nel modo migliore i pellegrini. Solo all'ultimo momento avremo un dato preciso su quanti saranno a Roma. Abbiamo predisposto l'accoglienza, i servizi e abbiamo dato il divieto di transito per le auto più vicine all'area di San Pietro'. Il primo cittadino ha quindi spiegato che sul versante della sicurezza ci sarà 'un'overdose di presenza'. Alemanno ha detto: 'Contro il crimine avremo un'overdose di presenze rispetto alle giornate normali; ci saranno due sale operative, quella della Prefettura che coordinerà il lavoro delle forze dell'ordine, e quella del Comune di Roma che coordinerà tutti i servizi e la Polizia Municipale'. Sul fronte viabilità, invece, il sindaco ha fatto sapere che è stato creato un coordinamento fortissimo tra i servizi sanitari della Regione, la polizia municipale e le forze protezione civile, e che saranno 35 i 'punti di accoglienza per i pellegrini in modo che nessuno si trovi sbandato'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017