Excite

Belgio, eutanasia per depressione: la 24enne Laura ha scelto di morire

  • Getty Images
Il nome di fantasia è Laura, ma è certo che è nata e vive in Belgio. Lei, ad appena 24 anni, ha scelto di morire con l'eutanasia per farla finita con la depressione. La storia è rimbalzata sui media internazionali, anche perché i medici hanno concesso il via libera: lo Stato può ucciderla, perché le è stata diagnosticata depressione e tendenza al suicidio. Lei stessa ha spiegato che da anni pensa di togliersi la vita, e perciò le leggi in vigore in Belgio le consentono di ricorrere all'eutanasia.

La storia di Brittany, malata di cancro che voleva l'eutanasia

"La mia vita è una guerra quotidiana. Dal giorno in cui venni al mondo. Certi giorni sembrano non passare mai, mi pesa ogni secondo. Ventiquattro anni equivalgono a un’eternità", ha raccontato Laura al giornale De Morgen. L'articolo la descrive come una ragazza apparentemente tranquilla. Ma soprattutto determinata ad andare avanti. La storia personale è stata molto travagliata, con un padre alcolizzato e genitori separarti. Le cure sono iniziate da anni: nel 2012 è entrata in un apposito istituto per curare la depressione. Ma il risultato è stato negativo: la 24enne ha ancora pulsioni suicide e non ha constatato miglioramenti.

Adesso ha spiegato che sta già preparando tutto per il suo funerale, comprese le ultime parole da lasciare ad amici e familiari. Che sono a conoscenza del suo stato di salute psichica e lei rivela anche che "conoscono la mia storia e sanno che per me è la soluzione migliore". Insomma nulla lascia pensare che Laura possa tornare indietro.

Il via libera dei medici ha però scatenato un dibattito. La legge permettere l'eutanasia per malattie psichiche, ma gli osservatori sottolineano che questa è una situazione al limite. "So che l’eutanasia è una decisione violenta, ogni giorno mi chiedo se la voglio davvero. Ogni giorno la risposta è sì. La morte sarà inevitabile, ma almeno degna", ha ammette Laura. Ma "la vita non è per me", conclude, emettendo una personale sentenza di morte.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017