Excite

Benedetto XVI lascia il Vaticano per Castel Gandolfo: "Ora sono solo un pellegrino"

  • Getty Images

E' finita. L'ultimo giorno da Papa di Benedetto XVI è arrivato. Alle 17, minuto più, minuto meno, il Pontefice ha lasciato i suoi appartamenti in Vaticano ed è salito sull'elicottero bianco messo a disposizione della Repubblica Italiana che l'ha portato a Castel Gandolfo. A salutare Benedetto XVI, nel cortile di San Damaso, il cardinale decano Angelo Sodano, il cardinale Giovanni Lajolo e una piccola folla, tra cui il suo autista, che al momento di baciare l'anello piscatorio è stato sopraffatto dalle lacrime. Visibilmente commosso anche il segretario personale, monsignor Georg Gaenswein, che ha accompagnato il 'Papa emerito', come sarà chiamato dalle 20 di questa sera Benedetto XVI, fino a Castel Gandolfo.

Papa Benedetto XVI verso Castel Gandolfo: su Twitter saluta i fedeli

Quando il piccolo elicottero si è staccato dal suolo, le campane di San Pietro hanno iniziato a suonare a tappeto in segno di saluto, mentre la Patarina, la storica campana di Palazzo Senatorio, ha battuto tre rintocchi. A terra, invece, Roma si è come fermata, con centinaia di pellegrini, turisti e semplici passanti fermi per le strade a guardare il cielo, sventolando volantini raffiguranti il Pontefice con su scritto "Rimarrai sempre con noi. Grazie". In piazza del Campidoglio presenti anche il sindaco Gianni Alemanno, i rappresentanti di Giunta e Assemblea capitolina, alcuni dirigenti e lo staff dell'amministrazione.

A Castel Gandolfo il Papa emerito è stato accolto da una piccola delegazione - comprendente tra gli altri il sindaco e il parroco della cittadina, Milvia Monachesi e don Pietro Diletti - e dal suono festante delle campane, che hanno richiamato una folla di fedeli sotto le finestre della residenza che Benedetto XVI occuperà per due mesi, prima di trasferirsi nell'ex monastero di clausura dei Giardini Vaticani.

Castel Gandolfo, l'ultimo viaggio di papa Benedetto XVI

Il pontefice si è quindi affacciato al balcone dei suoi alloggi e ha parlato in pubblico per l'ultima volta: "Cari amici, sono felice di essere con voi, qui c'è contatto con la bellezza del Creato, grazie dell'amicizia e dell'affetto. Voi sapete che per me è un giorno diverso. Sarò Pontefice fino alle 20, ora sono solo un pellegrino all'ultima tappa del suo pellegrinaggio su questa terra", ha detto Benedetto XVI tra gli applausi, mentre poco prima aveva twittato: "Grazie per il vostro amore e il vostro sostegno. Possiate sperimentare sempre la gioia di mettere Cristo al centro della vostra vita". Il Papa poi ha benedetto la folla che lo acclamava e ha ribadito che assicurerà "fedeltà e deferenza" a chi gli succederà al soglio di Pietro, invitando i cardinali a fare lo stesso.

La fine del Pontificato di Joseph Ratzinger e l'inizio della sede vacante non saranno caratterizzati da particolari segni esteriori, se non la chiusura del portone del palazzo di Castel Gandolfo, avvenuta alle 17.50 (con il passaggio di consegne tra la Guardia Svizzera e la gendarmeria della Santa Sede), e quella alle 20 degli appartamenti papali, che resteranno sigillati fino all'avvento del nuovo Pontefice. Benedetto XVI, invece, d'ora in poi indosserà la talare semplice bianca senza mantellina, mentre l'anello piscatorio e il suggello saranno segnati, ovvero saranno "resi inservibili". Infine, il Pontefice porterà con sè i documenti personali: tutti gli altri invece saranno trasportati nell'archivio vaticano.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017