Excite

Benzina, il boom dei discount

I prezzi della benzina si impennano? E allora tutti a fare il pieno al discount.
Secondo i dati forniti da Nomisma Energia, infatti, sembra inarrestabile il successo del fenomeno tutto italiano dei distributori no logo, di proprietà di alcuni piccoli imprenditori privati, che propongono prezzi più bassi rispetto alle grandi compagnie.

Sembra passata un' eternità da quel 1994, anno in cui è stata inaugurata la prima pompa di benzina "bianca" (così viene chiamato questo tipo di distributore) in quel di Cancellieri a Cura di Vetralla, nel Viterbese.
Oggi i marchi sono molti: si tratta di sigle come Ewa, Tuscia Petroli, Enerpetroli, Energia Siciliana, Facchini, Toscoil, Dubois, solo per citarne alcuni.

Tra il 2000 e il 2005, gli impianti "bianchi" hanno superato quota 1.102. Con una crescita del 24 per cento.
Qui il carburante costa effettivamente di meno: 3,4, addirittura in qualche caso 5 centesimi al litro in meno.

"Gli operatori indipendenti" , spiega Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, "riescono a intervenire con maggiore facilità sui costi di gestione degli impianti. Soprattutto perché non hanno i costi legati alle grandi campagne di promozione che vengono invece sostenuti dalle compagnie tradizionali. Nella maggior parte dei casi infatti si tratta di piccoli imprenditori che gestiscono solo uno o due impianti e sono molto agili e attivi nel territorio".

Ormai il sette per cento della benzina che viene venduta in Italia è fuori dal giro delle grandi aziende petrolifere. "Da noi", spiega Roberto Di Vincenzo, segretario nazionale della Fegica Cisl, "esiste un doppio mercato del carburante. Quello tradizionale, in cui gli operatori sono obbligati per legge a comprare la benzina dalla compagnia di cui espongono la bandiera e che offre uno sconto pari a 36 euro ogni mille litri. Poi c'è quello cosiddetto extrarete, che è costituito appunto da operatori indipendenti che riescono a spuntare sconti più alti, anche 150 euro ogni mille litri di carburante. E se pensiamo che ogni punto vendita in Italia distribuisce in media ogni anno circa un milione e 600 mila litri tra benzina e gasolio, si capisce quanto questo sconto sia rilevante".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016