Excite

Blitz antiterrorismo ad Auvelais, allarme antrace in moschea a Bruxelles: alta tensione in Belgio

  • Twitter @lesoir

Rimane alta la tensione nel Belgio per l’allerta attentati, a due settimane dalle stragi di Parigi e con l’ombra degli jihadisti in fuga dalla Francia verso Bruxelles o altri centri di reclutamento del radicalismo islamico: oggi, in tarda mattinata e precisamente dalle 11 alle 13,30 si è svolta una vasta operazione antiterrorismo che ha coinvolto decine di agenti ad Auvelais, località cinta d’assedio dalle forze dell’ordine a caccia di estremisti.

Famiglia ostaggio di rapinatori, in Francia ancora terrore dopo gli attentati di Parigi

Bloccato per due ore un lungo tratto dell’autostrada E42 tra Charleroi e Namur, dove le unità scelte della polizia belga hanno effettuato controlli a tappeto su disposizione della Procura federale nell’ambito di una complessa attività investigativa in corso sul rischio attentati dentro i confini dello Stato maggiormente esposto al pericolo di azioni simili a quelle effettuate dagli stragisti a Parigi lo scorso 13 novembre.

(Lento ritorno alla normalità per Bruxelles: scuole ancora chiuse. Video)

Negli stessi minuti in cui si svolgeva il blitz dei poliziotti antiterrorismo ad Auvelais, diverse buste sospette contenti un quantitativo modesto di polvere erano state segnalate da alcune persone all’interno della grande moschea di Bruxelles, in un edificio distante qualche centinaio di metri in linea d’aria dai palazzi istituzionali della città, allarme antrace poi rientrato nel primo pomeriggio.

L’operazione di stamattina, sul cui esito ancora si conoscono pochi dettagli, mira a far luce sul possibile transito di uomini e mezzi legati alla jihad sulle strade del Belgio forse in vista di futuri attentati come ipotizzato esplicitamente da giornali e tv in queste ore sulla base degli ultimi briefing dell’intelligence.

Tutt’altro che accantonata, nonostante il clima di emergenza nazionale, la polemica tra parte dell’opinione pubblica (commercianti e immigrati in primis) e le istituzioni di Bruxelles, che rischiano di finire sul banco degli imputati per gli insoddisfacenti risultati dei quotidiani blitz antiterrorismo: a fronte dei numerosi arresti effettuati dalla polizia, l’esito della "caccia all’uomo" sembra per molti versi fallimentare.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017