Excite

Bomba a Bangkok in Thailandia: le ultime news e i dettagli del tragico attentato

  • GettyImages

di Laura Abbate

Una bomba, nel cuore della Thailandia, a Bangkok, proprio nel periodo in cui la città, o meglio ancora il Paese, pullula di turisti. Il bilancio è disastroso 22 morti, 7 stranieri (me nessun italiano è stato coinvolto per fortuna), e 117 feriti. Le autorità locali si sono trovate di fronte un macabri scenario, una mattanza, a pochi metri dal santuario di induista dell'Erawan, meta turistica soprattutto per i cinesi. E l'obiettivo della mente malsana che ha generato morte, terrore e violenza era proprio questo, minare la fiorente attività turistica della Thailandia e mettere così in ginocchio la sua economia.

Erano quasi le 19 (le 14 in Italia) quando una forte esplosione ha lasciato sgomento l'intero paese. Gli abitanti della capitale sono sotto shock, nessuno poteva immaginare una cosa simile, nessuno poteva pensare che quel via vai di gente (che genera turismo e porta denaro) potesse dare fastidio a qualcuno. E invece... Due gli ordigni posizionati in prossimità del santuario, uno esploso, uno disinnescato. La bomba, a base di tritolo è esplosa all'angolo dell'incrocio Ratchaprasong, una delle principali vie del centro. Gli investigatori stanno passando al vaglio il filmato di una telecamera posizionata sul lato opposto che ha ripreso l'intera sequenza dell'esplosione e pare che ad andare in fiamme siano stati dei motorini, è possibile dunque che l'ordigno sia stata posizionato proprio all'interno di uno di essi. E proprio dal filmato è partita la caccia all'uomo, è stato individuato un ragazzo, in giro con una maglietta gialla e uno zainetto sulle spalle, e pare che proprio in queste ore sia stato messo sotto torchio per cercare di capire se eventualmente coinvolto nel tragico incidente.

Bomba a Bangkok: il video

"Oggi abbiamo un sospetto che è stato registrato dalle telecamere ma l'immagine non è chiara, stiamo cercando questo tipo che si ritiene possa essere un membro del movimento anti-governativo che a base nel nord est della Thailandia" fanno sapere le autorità al Governo, e il riferimento è almovimento delle "camicie rosse". Le ripercussioni politiche sono ora inevitabili, la situazione politica della Thailandia è infatti intricata e delicata e le speculazioni sono già altissime. Il primo ministro, il generale Prayuth Chan-ocha (la Tahilandia vede al potere un governo militare) ha fatto sapere: "E' il peggior attacco che mai si è avuto in Thailandia. Abbiamo avuto piccole bombe o disordini, ma questa volta hanno colpito vite di innocenti, vogliono distruggere la nostra economia, il nostro turismo". Si indaga insomma su colpevoli e complici, mentre ancora si raccattano in giro per la città brandelli umani. Una sola è la domanda che riecheggia nella mente degli abitanti della capitale: chi e perché può essere spinto da un disegno così devastante?

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017