Excite

Immigrazione, ordigno in un centro di accoglienza a Genova

Ieri notte nell'istituto Casaregis a Sampierdarena, una delle strutture individuate dal Comune di Genova per l'accoglienza degli immigrati in arrivo da Lampedusa, si è sviluppato un rogo in seguito all'esplosione di una bomba artigianale trovata al piano terra del palazzo. La bomba rudimentale è stata lanciata contro le vetrate dell'istituto.

Il sindaco Marta Vincenzi ha parlato di un gesto 'brutto e preoccupante', 'non è degno di Genova' e che deve 'spingere ancora di più all'accoglienza e alla solidarietà'. Il primo cittadino ha affermato: 'Mi auguro che quanto avvenuto faccia riflettere la città, perché‚ una paura del genere non è degna dei genovesi rispetto alla necessità di accogliere, pur con tutte le attenzioni del caso, poche centinaia di immigrati. Nel 2002, con la guerra del Kossovo e gli albanesi in fuga, l'Italia ha affrontato una situazione ben più drammatica di quella attuale. Non bisogna alimentare la paura e, di fronte a tentativi di far crescere la tensione, la città deve rispondere con calma e fermezza'.

Secondo i primi accertamente, a provocare l'esplosione è stato un ordigno artigianale. Per costruirlo pare sia stata utilizzata una bombola di gas da campeggio piena ed un grosso petardo legato con del nastro adesivo come innesco. L'ordigno in questione ha provocato una forte esplosione che è stata avvertita dai residenti della zona. I resti dell'ordigno sono stati sequestrati dai carabinieri della Sezione Investigazione Scientifica. A quanto pare non sono stati trovati volantini di rivendicazione.

Il grave episodio è arrivato al termine di una giornata piuttosto difficile. Qualche ora prima, infatti, si era svolto un consiglio comunale, sul tema dell'accoglienza dei migranti in città, durante il quale si è quasi sfiorata la rissa. L'opposizione ha chiesto più volte la creazione di un Cie dove isolare i nordafricani, mentre i presidenti dei tre Municipi interessati dal piano si sono detti nettamenti contrari.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017