Braccia incrociate contro il dolore

Secondo uno studio condotto dai ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Milano Bicocca incrociare le braccia riduce del 3 per cento la percezione del dolore. Il team guidato dal dott. Giandomenico Iannetti ha sottoposto otto volontari a uno stimolo doloroso sulle mani prima a braccia distese e poi a braccia conserte e ha rilevato una minore percezione del dolore nella seconda condizione.

Lo studio è stato illustrato sulle pagine della rivista Pain. Il dott. Iannetti ha spiegato: 'Nella vita di tutti i giorni utilizziamo la mano sinistra per afferrare oggetti che stanno alla nostra sinistra e la mano destra per quelli che stanno alla nostra destra. Incrociare le braccia manda in confusione il cervello, ostacolando la percezione del dolore'.

In poche parole, dal momento che il nostro cervello è abituato a percepire le mani come strumenti per afferrare oggetti, incrociando le braccia lo mandiamo in confusione e non gli consentiamo di percepire il fenomeno doloroso. Lo studio ha evidenziato come il dolore si riduca di appena il 3 per cento, un dato che, anche se non particolarmente elevato, è importante in quanto aiuta a comprendere i meccanismi messi in atti dal cervello in alcune specifiche circostanze.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014