Excite

Briatore: "Sono femminista e di sinistra"

Flavio Briatore parla di donne, politica, sfarzi e business.
L'intervista, rilasciata a Maria Corbi per la Stampa, è stata pubblicata dal sito Dagospia.
Ve la proponiamo integralmente. Ne vale la pena.

"Non sarò più lo stesso", ha detto dopo aver fatto outing sul tumore che lo ha colpito al rene. E allora eccolo il nuovo Flavio Briatore, nella stessa suite del Park Hyatt di Milano, con le stesse babbucce di velluto, i jeans stinti, gli stessi capelli fin- to spettinati a lambirgli il collo. L’estetica sembra la stessa.

Ma dentro, cosa è cambiato?
E’ cambiato il mio approccio con la vita. Tutti noi, compreso Bush, se vogliamo, possiamo ritagliarci del tempo, ma spesso si rinuncia. Io da adesso non rinuncerò. Il 15 per cento delle ore lavorate in fondo è si e no un’ora e mezza da dedicarmi al giorno.

Una svolta intellettuale, sentimentale o che altro?
Guardate che non parlo di mettermi a fare l’intellettuale e i sentimenti non c’entrano.

Nessun addio al Billionaire?

La stagione della Sardegna sono 12 giorni, ma per quanto se ne parla sembrano 10 anni. Lavoro come un matto perché mai dovrei rinunciare alle vacanze?

Per esempio per fare contenti quelli che si sono scagliati contro l’ostentazione della ricchezza. Ha presente Giorgio Bocca?
E chi è?

Uno dei giornalisti più importanti d’Italia. E di Cuneo, come lei.
Non lo conosco. Ecco a chi da fastidio l’ostentazione della ricchezza: a chi scrive. E’ geloso. Ho vinto cinque mondiali, e mi fermo nell’elenco dei miei successi, non voglio vantarmi, ma vengo sempre ricordato per il Billionaire. Basta... Ma poi questo fenomeno, questo Bocca, questa estate stava in Sardegna? Si parla sempre di cose che non si conoscono. Io non ho visto nessuno in giro a lanciare banconote e assegni. La Ricchezza non è reato. Creare benessere, creare industria, posti di lavoro non è mica un crimine!

Parla come Berlusconi...
Ah sì? Guardi che se mi vuole etichettare politicamente casca male. Sto sempre dalla parte dei più deboli, in una discussione tra un meccanico e un ingegnere io sto con il meccanico.

Parla come uno di sinistra...
Ma io tendenzialmente sono di sinistra.

Di sinistra?
Diciamo così, né di destra né di sinistra, io ammiravo la Dc di Andreotti e Cossiga. E adesso ammiro Giovanna Melandri, donna in gamba, una mia cara amica, che ospito sempre volentieri nella mia casa in Kenya.

Ha smentito la volontà di entrare in politica. Conferma?
Ho deciso di impegnarmi con la Renault per i prossimi due anni, dopo, potrei anche decidere di dedicarmi al mio paese.

Berlusconi versione “Vulcano” le è piaciuto?
La vacanza deve essere una vacanza. Ha presente il film ‘’Amici miei’’ con Ugo Tognazzi? Io la intendo così. Occorre ridere, divertirsi non essere prigionieri di pregiudizi. Berlusconi era la prima vacanza che faceva in dodici anni. Ha sempre lavorato anche nelle sue ville in costa Smeralda, con Putin e Blair e metteva a disposizione la sua casa per il paese. E’ stato l’unico Presidente del Consiglio italiano che ha parlato all’Onu ma tutti parlano solo della Sardegna.

Beh, la festa con il vulcano era un tantino esagerata...

Che male c’è a divertirsi, a chi si fa danno se non agli invidiosi? E poi ogni estate in Costa Smeralda io creo ricchezza, porto due milioni e mezzo di euro tra stipendi e acquisti. Altro che lasciare le bottiglie di champagne vuote, come dice Soru.

La nuova politica fiscale di Soru in Costa Smeralda non le va proprio giù
E come potrebbe? Io credo che la costa Smeralda debba essere la porta di accesso per tutta l’isola, una vetrina che va salvaguardata non penalizzata. E non è una questione politica, perché io questo Soru non so nemmeno di che partito sia.

E’ cambiato anche con le donne?
Quando hai successo sei sempre e ti rimangono gli amici di sempre che nel mio caso sono due donne, Daniela (Santanchè) e Simona (Ventura), e la tua donna.

Elisabetta Gregoraci.
Sì. Con Elisabetta se non fosse successo quello che è successo, la mia malattia, la sua crocifissione da parte dei media, forse non staremmo più insieme. Invece è ancora al mio fianco, si è dimostrata leale, è stata super con me quando sono stato male, mi ha difeso, protetto e tutto questo ci ha unito.

E lei l’ha aiutata a tornare a lavorare in tv a Mediaset?
Sono contento per lei, se lo merita anche perché sono sicuro che se non fosse stata la mia donna non l’avrebbero massacrata come hanno fatto.

Ha trovato la donna della sua vita? Lei ha detto che i rapporti sono destinati a finire. Cambiato idea?
Tutti sperano di trovarla come anche di trovare il biglietto vincente della lotteria. Ma quando vedi che una storia finisce devi chiudere.

Lei ha avuto le donne più belle del mondo, per fare solo due nomi Heidi Klum, eletta la più bella modella del pianeta, e Naomi Campbell. La moglie di Ralf Schumacher una volta si è chiesta: "Secondo voi alle donne di Briatore piacciono i capelli bianchi o i soldi?"
Sciocchezze, ci sono tanti ricconi che non hanno alcun successo con le donne.

D’accordo. E lei come riesce a far capitolare le più desiderate modelle del mondo?
Non c’è una tecnica, perché se potessi pubblicare un libretto con le istruzioni per conquistare una donna farei fortuna. Ci vuole creatività, fantasia, intuizione, pianificare le mosse come nel business.

Business? Il corteggiamento come una scalata a una società?
Certo, per gli affari, come per le donne ci vogliono cuore, coraggio, astuzia, sicurezza grande intuizione per capire quale mossa fare. Non lasciare nulla al caso.

Qualcuno sospettava che a volte tra lei e queste bellone ci fosse un accordo di marketing più che una vera relazione. Per esempio con Naomi.
Ma lei ha presente Naomi? Si può mai stare con lei per marketing tre anni? Tra l’altro il caratterino non è dei più docili. Comunque siamo rimasti molto amici. Mi stupisco sempre di come possano nascere queste leggende. La più incredibile è quella secondo cui mi sarei inventato il tumore. Per questo ho fatto vedere la cicatrice. A me non piace fare l’ammalato e ho voluto subito tornare alla normalità senza piangermi addosso. Tutto qui.

Rimane amico delle fidanzate abbandonate, le aiuta (Gregoraci), le sue due migliori amiche sono donne (Santanchè e Ventura), ma non ci dirà adesso che oltre ad essere tendenzialmente di sinistra è anche femminista?
I direttori finanziari delle mie società sono donne, così come le collaboratrici più strette, le donne sono intelligenti come l’uomo ma meno presuntuose. Se questo significa essere femministi allora, sì, sono femminista.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016