Excite

Buona Scuola, la chiamata arriva a Mezzanotte: la fase B segna l'inizio dell'esodo dei docenti

  • Facebook

E’ stato il Capodanno dei Precari della scuola questo 2 settembre, infatti dopo la mezzanotte sono state pubblicate le proposte di assunzione per la fase B del piano di immissioni in ruolo della “Buona Scuola” che ha visto partecipare 60mila docenti precari su tutto il territorio nazionale.

Leggi il via libera alla Camera de "La Buona scuola"

Sono stati però appena 10mila (uno ogni sei) a ricevere la proposta pubblicata on line, come anticipato dalla Gazzetta Ufficiale del 28 agosto: “alle ore 00.01 del giorno 2 settembre 2015 attraverso il sistema informativo Istanze OnLine raggiungibile mediante apposito link sul sito www.istruzione.it”.

La peggiore preoccupazione vissuta dai docenti è stata la possibilità di essere spediti a km e km da casa, in altra Regione e Provincia, e dover per forza accettare perché secondo le disposizioni ufficiali: “I docenti destinatari accettano espressamente la proposta di assunzione entro le ore 24.00 del giorno 11 settembre 2015, esclusivamente avvalendosi delle apposite funzioni disponibili nel citato sistema informativo. Si ricorda che in caso di mancata accettazione, nei termini e con le modalità predetti, i docenti destinatari non possono ricevere ulteriori proposte di assunzione a tempo indeterminato ai sensi del piano di assunzioni di cui all'articolo 1, comma 98, della citata legge”.

E se c’è chi in questa notte si è visto trasferire in una provincia lontana e remota, contribuendo all’esodo dei docenti (moltissimi docenti del territorio nazionale), ci sono altri professori che l’hanno vissuta ancora peggio infatti per loro è arrivato il messaggio della mancata nomina: "L’aspirante docente ha partecipato alle operazioni di assunzione della fase B ma non è stato nominato".

Le classi di concorso in tal caso sono state determinanti per la mancata immissioni in ruolo, infatti molti docenti delle materie più affollate (Diritto, Economia Aziendale, Matematica Applicata) e che nel corso degli ultimi anni hanno subito un ridimensionamento sostanziale delle ore, soprattutto a seguito della Riforma Gelmini, hanno avuto meno possibilità degli altri colleghi appartenenti a cdc più gettonate come Italiano e Sostegno.

Per questi docenti a novembre si procederà alla fase C dell'organico funzionale, per la quale sono previsti 55.258 posti e nel caso non dovesse esserci disponibilità neanche in tale fase, non si procederà all'assunzione. Vedrebbero dunque sfumare la possibilità del ruolo, così come i docenti appartenenti alla seconda fascia d’istituto, abilitati ma esclusi dalle graduatorie e esaurimento che si sono chiuse nel 2007 e perciò dalle stesse assunzioni.

(Guarda il servizio sul piano assunzioni della "Buona scuola")

Dunque un vero e proprio terno al lotto questo piano assunzioni della Buona scuola, che vede i docenti di tutta Italia da una parte costretti all’esodo per l’agognato ruolo (e per assurdo sono i più fortunati dopo le assunzioni dirette della fase A) e dall’altro coloro che attendono ancora dopo la mancata nomina per il ruolo.

Ultimi perché esclusi da ogni “lotteria” i docenti delle graduatorie di istituto di II e III fascia che rimangono a guardare questi scenari ( e ancora in attesa della Disoccupazione Naspi) e attendono notizie per le supplenze di quest’anno le cui chiamate, stando a una nota del Miur, arriveranno dopo il 20 ottobre, in una data dunque molto più ritardataria degli scorsi anni scolastici.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017