Excite

Caccia selvaggia, il no dei cittadini

Il Senato ha qualche giorno fa approvato una legge in base alla quale sono le Regioni a decidere il calendario per l'apertura della caccia che dunque non deve essere legato più ad una norma nazionale.

Ciò vuol dire, in soldoni, che le Regioni possono decidere se e quando aprire la caccia senza tenere conto di periodi di migrazione, di problematiche ambientali e climatiche; e vuol dire, allo stesso tempo, che le deroghe cui da anni fanno appello le Regioni nella gestione della caccia per aggirare i voleri dell'Ue potrebbero diventare di fatto la norma.

Trasformando dunque la caccia in un gioco selvaggio a scapito sia degli animali che degli umani, visto che potenzialmente nessuno potrà sentirsi sicuro se si trova nelle immediate vicinanze di un bosco.

Ad oggi più di 150 associazioni hanno lanciato un appello perché la Camera bocci questa proposta di legge, incontrando il favore anche del ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo.

E Repubblica sposa la richiesta di quei milioni di italiani che, già contrari alla caccia, oggi come oggi sono preoccupati per l'impossibilità di controllare i cacciatori nel caso in cui la proposta di legge venga approvata anche dalla Camera.

A questo indirizzo Repubblica mette a disposizione dei lettori uno spazio fotografico in cui chiunque può inviare la propria testimonianza contro la caccia, specie quella selvaggia e senza limiti.

(foto ©Adottaunanimale)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017