Excite

Cacciatore paga 350mila dollari per abbattere rinoceronte, animalisti insorgono: "Barbarie intollerabile"

Bufera sugli organizzatori di un safari che dagli Stati Uniti porterà al più presto in una riserva sudafricana il beneficiario del “pacchetto tutto incluso” con oggetto una costosa licenza di caccia per abbattere un rinoceronte nero.

Sudafrica, lo sterminio dei rinoceronti fa indignare gli animalisti

Sono insorte diverse associazioni animaliste, alla notizia che un cacciatore di Dallas ha regolarmente acquistato l’autorizzazione per eliminare il raro esemplare all’interno di una zona protetta del Sudafrica, adibita a terreno di conquista del tiratore scelto di turno, dietro versamento della cospicua somma di 350mila dollari comprensiva di viaggio, spese per guide sul posto e comfort vari.

“I soldi versati”, si difendono i promotori della contestatissima iniziativa, “serviranno per finanziare un fondo di salvaguardia di quegli animali in Namibia, mentre dal canto loro cittadini e movimenti ambientalisti annunciano reazioni eclatanti, a partire da una raccolta di firme (già avviata, con decine di migliaia di adesioni in poche ore) contro l’abbattimento dei rinoceronti neri nei vari paesi africani.

Frasi indignate come "bisogna fermare questa barbarie", "basta coi safari criminali in Africa" e altri commenti più o meno inferociti hanno riempito le pagine web e i social network dove è stata condivisa la news, con tanto di proposte di boicottaggio verso chiunque consenta o promuova in qualsiasi modo le attività in questione. Si calcola infatti che, proprio per via dell’indiscriminata pratica della caccia, gli esemplari di rinoceronte nero siano ormai diminuiti sensibilmente, da 40mila unità a meno di 5mila nel giro di quasi cinque decenni.

Il pesante corno di questo tipo di animali, peraltro, assicura lauti guadagni ai commercianti locali e internazionali, come denunciano da molti anni giornalisti e attivisti impegnati nella difesa della natura e delle specie in via di estinzione in ogni angolo del mondo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017