Excite

Parmalat, carcere per Calisto Tanzi

Per Calisto Tanzi, ex patron della Parmalat, è stata la prima notte in carcere. Se, infatti, lo scorso febbraio la Quinta Sezione Penale della Cassazione aveva annullato, con rinvio ad una nuova decisione, l'ordinanza del Tribunale del Riesame di Milano con la quale lo scorso ottobre erano stati disposti gli arresti per l'ex manager (leggi la notizia), ora la Cassazione lo ha condannato in via definitiva. La Cassazione ha tuttavia ridotto la condanna che in primo e in secondo grado era stata di 10 anni perché alcuni episodi sono caduti in prescrizione.

Tanzi, condannato dalla Corte d'Appello di Milano per aggiotaggio e altri reati nell'ambito dell'inchiesta Parmalat, è ospitato, a causa delle sue condizioni di salute, nella sezione 'minorati fisici'. E, a quanto pare, il tribunale di sorveglianza di Bologna ha disposto un monitoraggio costante delle sue condizioni di salute. Tanzi dovrà scontare soltanto 4 anni e 4 mesi, dal momento che alla condanna di 8 anni e un mese verrà sottratto il periodo che l'uomo ha già passato in carcere ai tempi delle indagini arrivando e i tre anni dell'indulto.

Sembra che l'ex patron della Parmalat fosse preparato all'eventualità del carcere, ma quando ieri sera i finanzieri della Gdf di Milano lo hanno raggiunto nella sua casa di Parma con l'ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dal procuratore generale di Milano Carmen Manfredda, Tanzi si è mostrato molto stupito. Pensava infatti che venisse accolta la sospensione dell'esecuzione della pena in attesa della decisione del Tribunale di sorveglianza su un'altra istanza presentata dalla difesa.

Oggi i suoi legali presenteranno istanza di conversione agli arresti domiciliari al Tribunale di Sorveglianza di Reggio Emilia. La richiesta metterà in rilievo l'età dell'uomo, 72 anni, e le sue condizioni di salute.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017