Excite

Campania, sequestrato l'imprenditore nolano Antonio Buglione

Ieri sera un commando armato ha sequestrato un imprenditore campano sotto la sua casa nel Napoletano, nella zona di Nola. Il suo nome è Antonio Buglione, ha 59 anni ed è fratello di Rosa, sindaco di Saviano, in provincia di Napoli. Sembrerebbe che sia stata già avanzata una richiesta di riscatto, 5 milioni di euro. Ma si tratta di un'indiscrezione che deve ancora essere verificata.

Gli investigatori stanno cercando di capire quale possa essere il movente del sequestro. Non si escludono le ipotesi del rapimento e della vendetta. Le indagini sono ora svolte dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Buglione è stato titolare di aziende attive nel campo della security, tra queste la 'Vigilante 2', poi trasformata in 'International Security Service', che è stata sottoposta a un controllo e un'interdizione antimafia da parte della Prefettura di Napoli. Come riportato da Il Corriere della Sera, l'imprenditore in passato è stato assolto nel corso di un'inchiesta a carico del clan Alfieri, ma il tribunale scrisse: 'I rapporti con esponenti della criminalità, la gestione clientelare della cosa pubblica e i diffusi rapporti con esponenti politici dimostrano che ci troviamo di fronte a un uomo privo di scrupoli'.

Non solo. Nel febbraio del 2008 Buglione è stato coinvolto anche nella vicenda che riguardò l'ex consigliere del Pd, Roberto Conte, che poi è stato arrestato. Buglione finì ai domiciliari insieme al fratello Carmine. Secondo la Procura l'imprenditore era uno dei grandi elettori che avevano favorito l'ascesa di Conte nel Pd.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017