Excite

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cane Lennox morto, giustiziato senza pietà

  • Facebook.com

Non sono valsi a niente gli appelli dei padroni e delle personalità politiche più in vista della Gran Bretagna, il cane Lennox è stato abbattuto ieri pomeriggio.

I veterinari del canile in cui era rinchiuso da circa un anno e mezzo hanno applicato la legge, la Dangerous Dogs Act, in vigore dal 1991, che vieta la circolazione nel paese di Pitbull.

Lennox però non era un Pitbull, ci assomigliava soltanto. Il dna lo aveva provato, il cane era frutto di un incrocio fra un American Bulldog, uno Staffordshire Bull Terrier e un Labrador. Del Pitbull, dunque non aveva niente. Il caso del meticcio di ottimo carattere e nessuna pericolosità, adottato da un'infermiera e dalla sua figlia disabile, è esploso in tutto il mondo e ha fatto scattare una campagna di solidarietà senza precedenti.

Su Facebook la pagina Save Lennox ha raccolto più di 100 mila sostenitori. Oggi dopo la notizia della sua uccisione i commenti degli utenti contro le autorità sono durissimi. Anche il primo ministro dell'Irlanda del Nord, Peter Robinson, era sceso in campo per salvare Lennox.

Affranta la padroncina disabile dell'animale che fino all'ultimo ha sperato in un ripensamento della Corte di Giustizia britannica. Racconta la madre che da quando Lennox è stato portato via, la bambina ha cominciato ad accusare sintomi di insofferenza anche fisica. "Ci è stata anche negate la possibilità di dirgli addio - ha scritto dopo poche ore dalla morte di Lennox la signora Barnes - Ci è stato detto anche che non possiamo raccogliere il suo corpo e portare a casa Len ma che riceveremo un po' delle sue ceneri per posta".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016